ZEISS PER IL PROFESSIONISTA DELLA VISIONE

ZEISS DuraVision BlueProtect UV

Trattamento contro la luce blu

DuraVision® BlueProtect UV è un trattamento antiriflesso sviluppato appositamente per chi trascorre molto tempo in ambienti chiusi ed è esposto alla luce blu-violetta dei LED o degli schermi di televisori, computer e tablet. Questo trattamento blocca specifiche lunghezze d'onda della luce ed aiuta ad alleviare lo stress visivo percepito, tipicamente associato all'esposizione alla luce blu.

  • Riduzione della trasmissione delle lunghezze d'onda da 380 a 455 nm
  • Resistenza superiore
  • Facilità di pulizia
  • Protezione UV

Perché la luce blu-violetta è diventata un tema rilevante?

  • 90%

    delle persone che trascorrono tre o più ore al giorno al computer sono affette da sindrome da computer.1

  • 4,8 miliardi

    di persone erano utenti Internet attivi ad aprile 2020, vale a dire il 59% della popolazione globale.2

  • 73%

    degli adulti a volte usa un dispositivo digitale mentre guarda la TV.3

Cos'è la luce blu e in che modo i trattamenti che filtrano la luce blu possono aiutare i clienti?

La luce naturale, cioè la luce solare, contiene molti tipi di luce colorata. Una delle sfumature di luce nello spettro visibile è la luce blu. Rappresenta circa un terzo della luce visibile ad alta energia (HEV). La luce blu va da 390 a 500 nm nello spettro della luce visibile, che penetra facilmente negli occhi, passando attraverso la cornea e il cristallino fino alla retina. Le lenti per filtrare la luce blu, come i trattamenti anti luce blu per occhiali, sono la soluzione adatta a questo problema. Usando le soluzioni appropriate viene ridotta la quantità di luce blu-violetta che può entrare nell'occhio. L'evidenza scientifica ha indicato che l'esposizione alla luce blu apporta benefici, ma comporta anche potenziali rischi (dualismo della luce blu).

Cos'è la luce blu-violetta?

Cos'è la teoria del dualismo?

+ Lato positivo della luce blu (HEV): l'esposizione durante il giorno aiuta il corpo a mantenere un sano ritmo circadiano, ossia il naturale ciclo sonno-veglia e ci fa percepire correttamente i colori circostanti.

- Lato negativo della luce blu (HEV): un'eccessiva esposizione può causare danni alle cellule retiniche e problemi riconducibili alla sindrome da stress visivo digitale. 

Luce blu-violetta

Uno sguardo più da vicino sulla luce blu

L'intervallo tra 390 e 440 nm dello spettro luminoso è considerato la parte potenzialmente dannosa dello spettro HEV. È ovunque, sebbene la sua intensità vari notevolmente. Mentre un classico monitor LCD per computer produce una luminosità di 250 cd/m2, un cielo di un blu terso a mezzogiorno è 32 volte più luminoso. La luce diretta del sole può essere migliaia di volte più nociva.

Cos'è la luce blu?
Diagramma che mostra la lunghezza d'onda della luce blu in relazione alla dipendenza spettrale relativa (effetti positivi della luce blu)

Il lato positivo della luce blu

La luce blu a circa 460 nm influenza la produzione di melatonina per regolare il nostro "orologio" interno (ritmo circadiano). 

  • La luce blu, emessa durante il giorno, blocca la produzione di melatonina.

        Risultato: migliora l'umore e mantiene attivi.

  • Una quantità minore di luce blu aumenta la produzione di melatonina.

        Risultato: sonnolenza (non ideale durante il giorno).

Grafico che illustra l'influenza della luce blu sulle nostre cellule (effetti negativi della luce blu)

Il lato negativo della luce blu

L'esposizione prolungata alla luce blu può essere dannosa.

Alcune ricerche hanno indicato che la luce blu-violetta può causare gravi danni alle cellule retiniche.

  • L'assorbimento di energia luminosa ("riscaldamento") può danneggiare le cellule retiniche.
  • Potenziali danni alla retina possono causare reazioni tossiche.
  • La degenerazione maculare può essere una grave conseguenza.

Questo rischio fotoindotto di danno cellulare è chiamato pericolo da luce blu.

Gli smartphone emettono alti livelli di luce blu. Sono raffigurate diverse persone che guardano gli smartphone.

I tuoi clienti dovrebbero preoccuparsi della frequente esposizione in ambienti chiusi alle sorgenti di luce con un’elevata percentuale di luce blu?

Oggi più che mai siamo molti esposti alla luce blu emessa dalle moderne sorgenti di luce. Smartphone, lampade a LED, televisori, monitor per computer, tablet, e-reader emettono luce blu, che può essere causa dello stress visivo digitale.

Soluzioni con filtro della luce blu di ZEISS

Le soluzioni ZEISS che bloccano la luce blu-violetta

ZEISS offre una gamma completa di soluzioni per bloccare la luce blu-violetta che soddisfano le diverse esigenze dei tuoi clienti per attività in ambienti interni e all’esterno, filtrando diverse quantità di luce blu-violetta in funzione delle varie situazioni.

  • DuraVision® BlueProtect è un trattamento antiriflesso che riflette parte della luce blu dannosa, ideale per attività in interni.
  • Skylet® e PhotoFusion X sono lenti colorate e a scurimento automatico che bloccano diverse intensità di luce blu-violetta, oltre ad offrire una protezione UV completa, in esterni.
  • BlueGuard®  è la più recente tecnologia di blocco della luce blu, in cui le proprietà di filtro della luce blu sono incorporate nella struttura della lente, ideale in interni ed esterni. 
DuraVision® BlueProtect di ZEISS

ZEISS DuraVision® BlueProtect

ZEISS DuraVision® BlueProtect è un trattamento antiriflesso che contrasta la luce blu, offrendo:

  • Una maggiore riflettanza nello spettro della luce blu-violetta.
  • Attenuazione selettiva della luce blu-violetta che passa attraverso la lente.
  • Una riduzione della quantità di luce blu-violetta che penetra nell'occhio.

DuraVision® BlueProtect è un trattamento che attenua la luce blu nell’intervallo compreso tra 390 e 440 nm. Lascia comunque passare la luce blu "buona" di cui il nostro corpo ha bisogno, assicurando così un maggiore comfort visivo.

Oltre a bloccare la luce blu-violetta, ZEISS DuraVision® BlueProtect presenta tutte le altre caratteristiche premium dei trattamenti ZEISS:

  • Resistenza superiore
  • Facilità di pulizia 
  • Protezione UV sulla superficie interna della lente.

Sempre disponibile nelle lenti ZEISS da vista con DuraVision BlueProtect

  • Tecnologia UVProtect

    Protezione completa dai raggi UV, sia nelle lenti chiare che in quelle scure, andando a bloccare le radiazioni ultraviolette fino a 400 nm.

Trattamenti antiriflesso vs. trattamenti anti luce blu: qual è la differenza?

Entrambe le soluzioni sono applicate sulla superficie esterna delle lenti e hanno il vantaggio di minimizzare l'abbagliamento. Tuttavia, i trattamenti per lenti anti luce blu offrono una protezione aggiuntiva contro la luce blu. I trattamenti antiriflesso tradizionali non bloccano la luce blu.

Contattaci

Come possiamo aiutarti?

Completa i seguenti campi

*CAMPI OBBLIGATORI

Le informazioni inserite verranno utilizzate da ZEISS Vision Care Italia per contattarti e rispondere alle tue domande via email o telefonicamente. Clicca qui per prendere visione della nostra normativa sulla privacy.

  • 1

    Secondo l'Istituto nazionale statunitense per la sicurezza e la salute sul lavoro, https://www.downtowneyes.com/blog/eye-care/preventing-computer-vision-syndrome/

  • 2

    https://datareportal.com/reports/digital-2021-july-global-statshot

  • 3

    Secondo l'ultimo Total Audience Report di Nielsen, https://www.statista.com/chart/16738/second-screen-usage-while-watching-tv/