E all'improvviso tutto è più nitido – anche di notte e con luce soffusa

Una visione migliore di notte o in presenza di scarsa luminosità grazie ad una innovativa tecnologia.

È difficile distinguere gli oggetti al buio e questo significa che i nostri occhi devono fare gli straordinari. Molte persone hanno difficoltà a vedere nitidamente di notte o in condizioni di scarsa luminosità; alcuni arrivano addirittura ad affermare di soffrire di cecità notturna. Le lenti con tecnologia i.Scription di ZEISS possono aiutare a migliorare la percezione visiva in condizioni di scarsa luminosità, offrendo una visione più chiara e nitida di notte e in condizioni di scarsa luminosità, riducendo gli effetti di abbagliamento, aumentando la saturazione dei colori e migliorando la percezione dei contrasti, anche durante la guida notturna.

Quando arriva la sera, i nostri occhi sono solitamente già piuttosto stanchi dopo tutti gli sforzi affrontati durante il giorno. Se a questo si aggiunge lo sforzo di dover combattere contro gli abbagliamenti, l’affaticamento visivo non tarderà a presentarsi, e non soltanto alla guida. I fasci luminosi, provenienti ad esempio dai lampioni delle strade, i riflessi delle vetrine e in generale la scarsa visione compromettono spesso il raggio visivo. In conseguenza di ciò, molte persone si sentono in difficoltà o in pericolo e preferiscono limitare le uscite di sera. In termini non tecnici, le persone raccontano i sintomi di quella che è nota come cecità notturna. La cecità notturna è quello che succede quando gli occhi non riescono a funzionare al meglio durante la notte, portando le persone a vedere gli oggetti in modo diverso rispetto a come li vedono di giorno. Problemi che non emergono durante il giorno e possono rapidamente diventare un grosso ostacolo in condizioni di scarsa luminosità.

Lenti per migliorare la visibilità notturna?

Come possiamo risolvere questo problema? Una possibile soluzione sono le lenti con tecnologia i.Scription®. Queste lenti rispondono a problemi di visione che fino ad oggi non sono stati considerati nel design delle lenti e offrono una visione più nitida, brillante e ad elevato contrasto, soprattutto di notte e in condizioni di scarsa luminosità. Molte persone riescono a vedere meglio e, grazie alla migliore e più confortevole percezione visiva, si trovano subito a proprio agio con i loro occhiali.

Visione più nitida di notte.
Senza tecnologia i.Scription Con tecnologia i.Scription
Visione più brillante.
Senza tecnologia i.Scription Con tecnologia i.Scription
Visione ad alto contrasto.
Senza tecnologia i.Scription Con tecnologia i.Scription

Nonostante solitamente descriviamo come cecità notturna la scarsa visione al buio o la sensazione di stanchezza e malessere, quest’espressione in realtà ha un altro significato. Infatti, la cecità notturna è una malattia o il risultato di una malattia. Chi ne soffre ha grandi difficoltà a vedere al buio o in condizioni di scarsa illuminazione, alcuni arrivano a non vedere affatto.

Tecnologia i.Scription® di ZEISS – le “impronte” dei tuoi occhi

I tradizionali esami della vista eseguiti da un Professionista della Visione si basano sulla misurazione del potere diottrico delle persone che indossano occhiali. Per produrre lenti con tecnologia i.Scription di ZEISS, l'Ottico rileva in pochi secondi alcuni parametri individuali del portatore utilizzando uno speciale sistema di misurazione controllato dal pc: ZEISS i.Profiler®plus. Diversamente dalle procedure standard, nella produzione delle lenti con i.Scription vengono così tenute in considerazione anche le aberrazioni di I e II ordine rilevate dall'Ottico, nonché la dimensione pupillare che varia in presenza della luminosità. Sebbene possa sembrare complesso, in realtà è molto semplice: con questo tipo di tecnologia, le onde luminose (“fronte d’onda”) vengono dirette sull’occhio e minuscoli sensori misurano il riflesso generato. Questa tecnica è in grado di individuare tutti i principali parametri degli occhi. Durante il giorno, le pupille si restringono in risposta alla maggiore quantità di luce che colpisce l’occhio. Ma durante la notte, si dilatano. I tradizionali strumenti per la misurazione visiva utilizzati dall'Ottico non possono analizzare la variazione della dimensione pupillare. Di conseguenza, non è possibile tenere in considerazione il modo in cui l’iride cambia durante la notte nella progettazione della lente: l'aumento dell'apertura pupillare comporta una diminuzione della profondità di messa a fuoco e ai problemi visivi tradizionali si aggiungono ulteriori aberrazioni visive che peggiorano la visione. Indossare lenti convenzionali potrebbe non aiutare a vedere bene nei momenti in cui le pupille sono dilatate.

 

Lo conferma l’ottico Jürgen Jainta dell’ottica Schütz a Pforzheim, in Germania. È convinto che ZEISS i.Profiler®plus può aiutare lui e i suoi colleghi a capire davvero se la visione di un cliente durante il giorno, quindi con pupille non dilatate, è la stessa durante la notte, quando le pupille sono dilatate.

Visione più nitida e colori più vividi

ZEISS i.Profiler®plus riesce a misurare oltre 1.500 punti di riferimento per occhio in solo 60 secondi.
ZEISS i.Profiler®plus riesce a misurare oltre 1.500 punti di riferimento per occhio in solo 60 secondi.

Oltre ai metodi standard, in cui in genere viene misurata la performance visiva durante il giorno e in presenza di forti contrasti, i.Profiler®plus considera anche le variazioni di luce, i contrasti, i riflessi e i colori. Questo permette una valutazione dell'acuità visiva di una persona in diverse condizioni di luminosità e di contrasto. Il metodo è preciso e la sua identificazione è molto semplice: ZEISS i.Profiler®plus sfrutta la tecnologia con fronte d’onda tramite luce a infrarossi per generare un punto di luce sulla retina e quindi analizza le caratteristiche ottiche degli occhi dell'esaminato. La luce viene deviata in modo differente da persona a persona e queste deviazioni sono utilizzate per creare un’immagine precisa dell’occhio e delle sue performance. Ciò permette di identificare accuratamente sia i tipici difetti di visione (ad es. miopia e presbiopia) sia aberrazioni di ordine più elevato, difetti che hanno un impatto significativo sulla visione di notte e con luce crepuscolare. Molti di questi problemi di visione non possono essere individuati con i metodi di misurazione convenzionali, come le aberrazioni sferiche: i raggi di luce vengono rifratti maggiormente ai bordi di una lente rispetto al centro e ciò risulta in un minore contrasto. Un’altra aberrazione di ordine più elevato è l’errore di asimmetria, nel quale i raggi di luce vengono rifratti in modo tale da creare una sorta di coda di luce. Se non trattati, questi due problemi possono provocare scarsa visione in condizioni di illuminazione bassa o di notte.

 

In breve, un esame che unisce la classica refrazione soggettiva e oggettiva a ZEISS i.Profiler®plus prende in considerazione tutti gli aspetti legati alla performance visiva. Inoltre, mentre i primi sistemi di questo tipo erano in grado di analizzare solo poche sezioni dell’occhio, ZEISS i.Profiler®plus riesce a misurare oltre 1.500 punti di riferimento per occhio in solo 60 secondi.

 

L’ottico Jainta è entusiasta: “Possiamo usare i dati misurati per capire di quanto è possibile migliorare la visione notturna. Ad esempio, siamo in grado di capire che una persona che porta gli occhiali per una miopia con meno 1,5 diottrie misurate in un esame eseguito durante il giorno, in realtà necessita di meno 2,0 diottrie quando le pupille sono dilatate per riuscire a vedere chiaramente e ad elevato contrasto durante la notte.”

 

Riusciamo ad ottenere una sorta di mappa ottica degli occhi con numerose informazioni, in grado di migliorare in particolare la visione notturna. I problemi visivi non trattati si rivelano uno svantaggio, in particolare in condizioni di scarsa visibilità. Per questo motivo, se i problemi di visione vengono identificati e corretti con un paio di occhiali, il cliente affetto da cecità notturna o scarsa visione di notte potrà beneficiare di una migliore visione.

Lenti di precisione individuali

Dopo aver eseguito un esame preciso e completo della performance visiva con ZEISS i.Profiler®plus, il risultato viene “trasferito” alla progettazione della lente grazie all’innovativa tecnologia ZEISS i.Scription. Grazie alla tecnica brevettata e ai dati raccolti in aggiunta alla refrazione soggettiva, è ora possibile progettare le lenti con tecnologia i.Scription® più in linea con le esigenze visive, riuscendo ad elaborare con precisione una prescrizione in incrementi di centesimi di diottrie (ad es. 0,01). Per avere un termine di confronto, nelle lenti tradizionali si considerano solo gli incrementi di quarti di diottrie (ad es. 0,25) e non di centesimi di diottria. Questa tecnologia permette di produrre lenti di precisione con il massimo potere correttivo possibile. Il risultato è un migliore comfort visivo per chi è affetto da cecità notturna di basso grado e per chi accusa fastidio da abbagliamento notturno, offrendo un maggiore senso di sicurezza in condizioni di scarsa luminosità. Grazie ai loro parametri altamente personalizzati, queste lenti permettono anche una visione più nitida e rilassata durante il giorno, una migliore percezione degli spazi, maggiore contrasto e percezione dei colori. In altre parole, sono suggerite per coloro che portano gli occhiali e sentono di soffrire di cecità notturna, o semplicemente vogliono poter vedere di notte senza sforzo, in condizioni di bassa luminosità e anche durante il giorno.

Vantaggi per le lenti progressive e altri ausili visivi

La tecnologia i.Scription di ZEISS è disponibile per lenti monofocali e progressive. Entrambe le soluzioni beneficiano dell’analisi completa dell’occhio eseguita da i.Profiler®plus e il successivo trasferimento di dati sulla lente con tecnologia i.Scription®. Le lenti progressive che presentano tecnologia i.Scription di ZEISS, ad esempio, vantano un minore numero di aree sfocate e un maggiore numero di zone di visione da vicino, intermedio e lontano. Di conseguenza, i disagi quali ad esempio effetti di oscillazione associati al movimento degli occhi, o visione sfocata, vengono superati e lasciano spazio ad un più rapido adattamento!

L’ottico Heinrich Raub racconta la sua esperienza con i.Scription di ZEISS: “Le lenti progressive in particolare vantano performance molto migliorate grazie alla tecnologia i.Scription®. Questo metodo più preciso di determinazione dei valori della performance visiva genera un maggiore comfort nella lettura a breve distanza e aree di visione più ampie nella visione da lontano.”

i.Scription: visione nitida anche alla guida

La tecnologia i.Scription di ZEISS è presente anche nelle nostre lenti per la guida ZEISS DriveSafe. Queste lenti sono state sviluppate in particolare per la guida, di giorno e di notte, e aumentano sia la nitidezza sia il contrasto, migliorando la visione in condizioni meteorologiche avverse e riducendo le possibili distorsioni nelle zone periferiche della lente, in particolare in caso di lenti progressive. Ne risulta un miglioramento della visione e delle capacità di calcolare le distanze in situazioni difficili di guida, ad es. di notte o in caso di pioggia, nebbia o neve.

Vuoi sapere di più sulla qualità visiva offerta dalle nostre soluzioni? Contatta un Centro Ottico che utilizza la tecnologia i.Scription® di ZEISS, sarà felice di consigliarti la soluzione migliore per le tue esigenze visive.

I test con i.Profiler®plus sono adatti anche ai portatori di lenti a contatto

I portatori di lenti a contatto possono ora beneficiare dell’analisi eseguita con i.Profiler®plus. Il sistema determina la geometria della cornea in modo tanto preciso da permettere al tuo ottico di prescrivere la lente a contatto perfetta per te e applicarla con estrema precisione.

Trova un Centro Ottico ZEISS vicino a te

Articoli correlati

Che benefici offrono le lenti ZEISS Digital? Ecco le risposte alle domande più frequenti.

Guida + mobilità 16-ott-2017

Tag:

Vivere appieno la giornata grazie ad una visione rilassata. Le lenti ZEISS Digital colmano la lacuna esistente nell’offerta di lenti per occhiali monofocali e progressive!

Guida + mobilità 16-ott-2017

Tag:

Le lenti per occhiali da guida – per giungere a destinazione in piena sicurezza Le lenti per la guida non solo rendono più rilassante guidare, ma aumentano anche considerevolmente la sicurezza. Che cosa si deve però tenere in considerazione quando si acquistano degli occhiali per la guida?
Perché vale la pena avere un secondo paio di occhiali Ci sono molte situazioni in cui un secondo paio di occhiali si rivela un accessorio indispensabile.

Guida + mobilità 16-ott-2017

Tag:

Prodotti correlati