Riduzione dello stress visivo grazie a un nuovo paio di occhiali

Quando prepara le sue mostre, la titolare della galleria Keiko Tanaka trascorre fino a 12 ore al giorno davanti allo schermo di un computer e vive un disagio continuo causato dallo stress visivo digitale.

L'abbiamo accompagnata nella sua ricerca della soluzione ottimale per le sue esigenze di visione.

Keiko Tanaka ha già svolto gran parte del suo lavoro quotidiano quando apre la porta della sua galleria alla periferia di Monaco alle 14:00. “In Giappone ci sono otto ore in più” spiega. “Ecco perché controllo le mie e-mail al mattino prima di andare alla galleria e uso il tempo per comunicare via skype con gli artisti in Giappone”.

La signora Tanaka investe molto tempo per rimanere a stretto contatto con i giovani artisti, perché ritiene che sia importante che lei e gli artisti si conoscano bene prima di collaborare.

“In genere siedo davanti al computer per circa otto ore al giorno. Ma quando siamo in piena attività prima di una nuova mostra, posso rimanerci anche fino a dodici ore al giorno”.

Trascorrere fino a dodici ore al giorno davanti allo schermo del computer

Quando visitiamo la sua galleria, troviamo Keiko Tanaka seduta a una grande scrivania, profondamente concentrata mentre lavora con il suo computer. Dopo averci salutato, parla della significativa mole di ricerche che il suo lavoro richiede: “Sono pochi gli artisti giapponesi che sono noti a livello internazionale. Per questo tentiamo di portare in Germania giovani artisti, la maggior parte dei quali è già famosa in Giappone”. Trovare questi artisti significa effettuare approfondite ricerche online, leggere riviste d'arte e cercare sulle piattaforme dei social media le pagine con i profili degli artisti.

Uno sforzo per i suoi occhi

La signora Tanaka nota i tipici sintomi di stress visivo dopo solo poche ore. “Il mio problema principale è la distanza tra i miei occhi e lo schermo del computer” spiega. “Non vedo chiaramente a breve distanza. Inoltre i miei occhi si stancano abbastanza rapidamente e cominciano a farmi male quando lavoro a lungo al computer. Tendo a chinarmi in avanti con la testa vicino allo schermo. Posso sentire la tensione al collo e soffro spesso di mal di testa”. La sua vita digitale non è limitata al lavoro, infatti è un'appassionata fotografa ed elabora digitalmente le sue fotografie.

Analisi della visione online con ZEISS

Lo stress visivo causato da dispositivi digitali è un problema familiare. Al giorno d'oggi molte persone usano gli schermi senza porsi troppi problemi e sono online a tutte le ore. I sintomi tipici includono bruciore agli occhi nonché dolore al collo o mal di testa. Mentre cercava una soluzione per dare sollievo ai suoi occhi irritati, Keiko Tanaka è arrivata a ZEISS.

I risultati sono stati illuminanti e hanno fatto sì che prendesse immediatamente un appuntamento con un ottico ZEISS vicino a Monaco. Prima di dare i suoi consigli alla signora Tanaka, l'ottico le ha chiesto informazioni sul suo ambiente di lavoro e sulla frequenza di utilizzo di dispositivi digitali.

I risultati sono stati illuminanti e hanno fatto sì che prendesse immediatamente un appuntamento con un ottico ZEISS vicino a Monaco. Prima di dare i suoi consigli alla signora Tanaka, l'ottico le ha chiesto informazioni sul suo ambiente di lavoro e sulla frequenza di utilizzo di dispositivi digitali.

I risultati sono stati illuminanti e hanno fatto sì che prendesse immediatamente un appuntamento con un ottico ZEISS vicino a Monaco. Prima di dare i suoi consigli alla signora Tanaka, l'ottico le ha chiesto informazioni sul suo ambiente di lavoro e sulla frequenza di utilizzo di dispositivi digitali.

Il fattore decisivo per la scelta della giusta soluzione sono stati infine le molte ore trascorse usando il computer e lo smartphone: Nella montatura degli occhiali della signora Tanaka sono state inserite lenti ZEISS Digital con trattamento DuraVision® BlueProtect.

Queste lenti sono state appositamente ottimizzate per le sue abitudini visive durante l'uso di dispositivi digitali grazie al loro design e alle loro proprietà funzionali. E Keiko Tanaka è già piuttosto entusiasta delle sue nuove lenti: “Amo ciò che faccio e non vedo l'ora godere di una visione più confortevole al lavoro”.

Informazioni su Keiko Tanaka

Keiko Tanaka è nata a Hiroshima, Giappone. Dopo aver studiato matematica, scultura e storia dell'arte, ha lavorato come insegnante. Nel 2005 si è trasferita a Monaco, dove ha imparato il tedesco e ha iniziato a lavorare come manager creativo presso lo studio fotografico del suo fidanzato. Concentrarsi sulla fotografia artistica le ha rammentato sempre di più la sua vita da studentessa, facendola infine giungere all'idea di aprire una galleria d'arte insieme al suo partner Michele Vitucci. La Micheko Gallerie è stata inaugurata nel 2010 ed è dedicata principalmente all’arte giapponese del 21° secolo.

Cosa accade effettivamente quando si va da un ottico?

  • Consulto: l'ottico pone domande relative ad eventuali problematiche e alle abitudini visive
  • Vengono testate le prestazioni visive generali
  • Viene effettuato un esame refrattivo più dettagliato
  • Viene selezionata la montatura
  • La montatura viene adattata al viso
  • Lenti e trattamento vengono selezionati in base alle abitudini visive individuali
  • Montatura e lenti vengono ordinati
  • Potranno essere ritirati pochi giorni dopo
     

Hanne Bechmann è ottico optometrista presso Meirandres, un centro ottico ZEISS nella città di Gauting vicino a Monaco. Aiuta i suoi clienti a trovare la soluzione migliore per la loro visione.

Ulteriori informazioni sullo stile di vita digitale e le relative sfide

Che uso fa Linda dei dispositivi digitali? Quali sfide affrontano i suoi occhi?

Maggiori informazioni

Dai LED e le lampade alogene ai tablet, smartphone, TV e simili, tutte queste sorgenti di luce hanno una cosa in comune: emettono grandi quantità di luce blu. Qual è la situazione della luce blu nel mondo digitale? E cosa sappiamo dell'effetto che ha su di noi?

Maggiori informazioni

Condividi

Una consulenza personalizzata: trovate un Centro Ottico ZEISS vicino a voi

Gli occhiali assolvono a un compito semplice: consentire a chi li indossa di vedere nel modo migliore possibile. Tuttavia, la realizzazione pratica di questo compito semplice presuppone un grande dispendio tecnologico, vaste competenze e la volontà dell’ottico di concedere ai propri clienti tutto il tempo di cui hanno bisogno. Solo grande competenza e una consulenza approfondita garantiscono una soluzione personalizzata che vi soddisferà per molti anni a venire. Cerca un ottico vicino a te...

Trova un ottico

Condividi