La visione
nel mondo digitale

Il mondo è cambiato: oggi dedichiamo sempre più tempo all’uso di dispositivi digitali come tablet, smartphone o computer portatili. Lavorare davanti al monitor del computer è ormai diventata l’attività quotidiana per molte persone ma è spesso anche causa di affaticamento visivo, di secchezza e stanchezza oculare. Una cosa è chiara: non solo il nostro stile di vita è cambiato, ma anche il modo in cui usiamo gli occhi non è più quello di prima.

“Leggo solo un altro paio di e-mail...”

Conoscete queste frasi? “Cerco in internet una buona ricetta per la cena di stasera... Guardo velocemente cosa hanno pubblicato i miei amici... Mi faccio una foto e la carico... Scorro ancora un po’ nella newsfeed, devo leggere le ultime novità in economia... Ma poi metto via lo smartphone!... Solo dopo che avrò guardato questo video divertentissimo...”

La vita sta diventando sempre più digitale.

Usare per molte ore di seguito uno smartphone, un tablet o un pc è una cosa che tutti noi abbiamo fatto. I numeri lo confermano: nel 2016, quasi metà della popolazione mondiale (3,42 miliardi) ha avuto una connessione internet e più della metà è stata in possesso di un telefono cellulare o di uno smartphone (3,79 miliardi). Inoltre, circa due miliardi di persone usano i social network. I brasiliani guidano la classifica, con 5,2 ore online ogni giorno. In Italia la media è 4 ore. Questi sono solo alcuni dati estrapolati dallo studio "Digital in 2016" condotto dall’agenzia londinese We Are Social.

 ©Digital Life in 2016, We Are Social
 ©Digital Life in 2016, We Are Social
 ©Digital Life in 2016, We Are Social
 ©Digital Life in 2016, We Are Social
 ©Digital Life in 2016, We Are Social
 ©Digital Life in 2016, We Are Social

La verità è che i dispositivi digitali stanno cambiando la nostra quotidianità e con essa anche il modo in cui usiamo gli occhi. Lavorare al computer è diventato normale. Oggi, più della metà dei portatori di occhiali afferma di fare “massiccio uso” di dispositivi digitali, come ha dimostrato un rinomato istituto di ricerca in uno studio commissionato da ZEISS. Il 57% delle persone coinvolte nello studio provenienti da cinque diversi paesi hanno affermato di trascorrere più di cinque ore al giorno davanti al monitor del computer o usando smartphone, e-book o dispositivi GPS. Circa un terzo dei partecipanti allo studio guarda un display per più di sette ore al giorno.

È ovviamente difficile per il corpo umano abituarsi a svolgere un’attività molto innaturale (almeno fino a poco tempo fa). Dopo tutto, l’essere umano si è sviluppato in condizioni completamente diverse.Tra le conseguenze troviamo secchezza o stanchezza oculare, tensione muscolare e mal di testa. L’82% dei portatori di occhiali coinvolti nello studio sopra menzionato hanno affermato di non vedere bene quando lavorano al computer e usano dispositivi digitali. “I nostri occhi non sono fatti per il mondo digitale. Ad esempio: quando usiamo i dispositivi digitali siamo costretti a modificare la distanza di lettura e questo è molto stressante per gli occhi”, afferma Rolf Herrmann, Vice Presidente Global Marketing presso ZEISS.

“I nostri occhi non sono fatti per il mondo digitale”.


- Rolf Herrmann,
 Vice Presidente Global Marketing presso ZEISS

Ogni portatore di occhiali è unico.

Non esistono due occhi uguali tra loro, così come non esistono due stili di vita digitali uguali tra loro. Molte persone amano il mondo digitale proprio per come è: si sentono a proprio agio nel web e non vogliono perdersi nessuna novità. Per altri i dispositivi digitali sono piuttosto una soluzione pratica per svolgere compiti necessari, come il lavoro.

Tutti i gruppi hanno una cosa in comune: il modo in cui usano gli occhi nel mondo digitale può influire negativamente sulla loro visione. Lo stile di vita digitale costringe gli occhi a un enorme sforzo e molti stanno cercando una soluzione. Una possibilità è indossare lenti per occhiali speciali apposite per il computer.

Visione confortevole per tutti.

Ciascuno di noi ha requisiti e abitudini diverse e per questo motivo le soluzioni per il miglioramento della visione dovrebbero essere personalizzate sul singolo per prevenire un peggioramento prematuro della performance visiva. “Sappiamo quanto sia importante per ciascuno godere di una buona visione. Per questo diamo il nostro meglio per assicurarci che le persone possano godere della migliore visione possibile in un mondo digitale”, afferma Rolf Herrmann.

Ulteriori informazioni sullo stile di vita digitale e le relative sfide

Cos’è lo stress visivo digitale e come è possibile prevenirlo?

Maggiori informazioni

Come si svolge la giornata di Nina, una nativa digitale? Quali difficoltà devono affrontare i suoi occhi?

Maggiori informazioni

Condividi

Una consulenza personalizzata: trovate un Centro Ottico ZEISS vicino a voi

Gli occhiali assolvono a un compito semplice: consentire a chi li indossa di vedere nel modo migliore possibile. Tuttavia, la realizzazione pratica di questo compito semplice presuppone un grande dispendio tecnologico, vaste competenze e la volontà dell’ottico di concedere ai propri clienti tutto il tempo di cui hanno bisogno. Solo grande competenza e una consulenza approfondita garantiscono una soluzione personalizzata che vi soddisferà per molti anni a venire. Cerca un ottico vicino a te...

Trova un ottico

Condividi

Su questo sito Web utilizziamo cookie. I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati dai siti Web sul computer dell’utente. Ampiamente utilizzati, i cookie sono strumenti di ausilio per migliorare le pagine e rappresentarle in maniera ottimizzata. Consultando le nostre pagine l’utente acconsente al loro impiego. Di più