Lo sapevi che…?

... la luce blu può farti sia bene che male?

Parte 11: Lo sapevi che… ?

... la luce blu può farti sia bene che male?

Sia all'aperto che in ambienti chiusi la luce ci influenza costantemente. Gli effetti di una parte specifica dello spettro visibile della luce sono attualmente al centro di grande dibattito. Abbiamo bisogno dello spettro della luce blu per un corpo sano e un benessere generale, ma la radiazione della luce blu può anche essere pericolosa. Ciò che sappiamo di sicuro è che oggi siamo più esposti che mai alla luce blu, a causa delle moderne fonti di luce come l'illuminazione a LED e la radiazione emessa dagli schermi.

Cosa rende così importante la luce blu?

La luce ha un effetto biologico sui nostri corpi. Ciò è stato confermato da studi scientifici, ma ce ne rendiamo conto anche noi quando sentiamo la luce del sole sulla pelle dopo un lungo periodo di cielo nuvoloso. Oltre a fornire un piacevole calore la luce contribuisce a regolare il nostro equilibrio ormonale. L’ormone melatonina svolge un ruolo fondamentale nella regolazione del nostro ciclo sonno/veglia, e l’energia luminosa necessaria per questo processo viene assorbita in larga misura dai nostri occhi. La luce blu ha una lunghezza d'onda corta. Il fotopigmento melanopsina è particolarmente sensibile a questo tipo di luce. Aiuta a tenere sincronizzato il nostro orologio biologico, mantenendoci attivi durante il giorno e facendoci sentire stanchi la notte, quando il livello di luce blu naturale è gradualmente diminuito a partire dal tramonto. La fototerapia sfrutta questo processo per contrastare con successo la depressione invernale e l'insonnia.

Sappiamo che la luce UV è coinvolta nella produzione delle vitamine. Ciò è importante per il nostro metabolismo, quindi i nostri corpi hanno chiaramente bisogno della luce blu per sopravvivere e prosperare. Ma quale tipo di luce blu? E quanta?

Cose da sapere sulla luce blu

Una quantità eccessiva di luce nell’intervallo ultravioletto e blu-violetto può danneggiare l’occhio umano in modo permanente. Oltre a provocare un’infiammazione dolorosa della congiuntiva e della cornea, può anche causare danni al cristallino (p. es. cataratta) e, in particolare, alla retina (degenerazione maculare). Questo è il motivo per cui è così importante indossare occhiali da sole con una protezione del 100% contro i raggi UV in condizioni di intensa luce solare, soprattutto in presenza di forte abbagliamento come su uno specchio d’acqua o sulle piste da sci. Ciò vale anche per gli occhi dei bambini.

E la frequente esposizione negli ambienti chiusi a fonti di luce con alta percentuale di luce blu?

Sempre maggiore attenzione è rivolta all'elevata componente di luce blu dei diodi a emissione luminosa (LED) e delle lampadine a ridotto consumo energetico, nonché alla radiazione elettromagnetica dai display di dispositivi quali smartphone, schermi di computer, tablet e lettori di e-book.

La buona notizia è che nessuno degli studi finora eseguiti suggerisce che usare gli schermi dei computer o guardare queste nuove fonti di luce per periodi prolungati danneggi la retina. Ed è importante tenere presente che trascorrere un’ora all’aperto in una normale giornata nuvolosa espone i nostri occhi alla luce blu 30 volte di più che trascorrerla in un ambiente chiuso, davanti a uno schermo.

Resta tuttavia il fatto che la radiazione della luce blu emessa da sorgenti luminose artificiali o schermi può essere irritante o causare affaticamento agli occhi.

Le lenti per occhiali con DuraVision® BlueProtect di ZEISS possono contribuire a rimediare a questa situazione. Queste lenti chiare presentano un nuovo trattamento che include un rivestimento resistente e la tecnologia Clean Coat, che li rende più facili da pulire, oltre a un filtro blu che attenua la luce blu nell'intervallo da 390 a 440 nm.

Ne consegue un migliore comfort visivo per chiunque desideri una protezione dalla luce blu durante le attività in ambienti chiusi, senza dover rinunciare agli effetti benefici della suddetta nell’intervallo compreso tra 450 e 500 nm! Gli occhiali con DuraVision® Blue Protect possono essere indossati tutto il giorno, proprio come occhiali normali. Per le attività all'aperto alla luce del sole gli occhiali da sole o le lenti a scurimento automatico come ZEISS PhotoFusion (entrambi con una protezione UV del 100%) restano comunque la soluzione raccomandata.

In sintesi: i pro e i contro della luce blu

Pro Contro 
Regola il ritmo circadiano (ritmo giorno/notte)
Una serie di elementi suggerisce che la luce blu nello spettro compreso tra 400 e 520 nm con un picco a 460 nm è importante per la corretta regolazione della melatonina nel corpo, che influenza i ritmi circadiani (ritmo giorno-notte) e il benessere generale.
Accresce il rischio di degenerazione maculare
D’altra parte, secondo altri riscontri, l’esposizione nel lungo termine alla luce blu-violetta con una lunghezza d’onda inferiore a 460 nm, con un picco a 440 nm, può contribuire a causare danni fotochimici alla retina, incrementando nel tempo il rischio di degenerazione maculare (conosciuto come ‘rischio da luce blu’).

"Le lenti ZEISS con DuraVision BlueProtect permettono di utilizzare tutti i dispositivi digitali ottenendo la migliore qualità di visione possibile".

David Soliva
Ottico optometrista
Maggiori informazioni su DuraVision BlueProtect di ZEISS e sulla "luce blu"

Maggiori informazioni da ZEISS sugli aspetti positivi e negativi delle luce blu

DuraVision® BlueProtect di ZEISS: Le soluzioni ZEISS che bloccano la luce blu-violetta.

DuraVision® BlueProtect di ZEISS è un trattamento sviluppato specificamente per chi trascorre la maggior parte del tempo in ambienti chiusi ed è esposto alla luce blu-violetta dei LED o degli schermi di televisori, computer e tablet.

Di più

Luce blu: aspetti positivi e negativi

Di quanta luce blu abbiamo bisogno? E come e quando dovremmo proteggerci da essa?

Di più
Su questo sito Web utilizziamo cookie. I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati dai siti Web sul computer dell’utente. Ampiamente utilizzati, i cookie sono strumenti di ausilio per migliorare le pagine e rappresentarle in maniera ottimizzata. Consultando le nostre pagine l’utente acconsente al loro impiego. Di più