ZEISS Progressiva Individual 2 con tecnologia Eyefit: le lenti progressive più personalizzate proposte da ZEISS – un'occhiata dietro le quinte

MIGLIORE VISIONE intervista Manuela Dauner, Product Manager, sullo sviluppo delle nuove lenti progressive ZEISS

Ancora una volta, Carl Zeiss Vision ha lanciato un'innovazione nell'area delle lenti progressive personalizzate. Le lenti ZEISS Progressiva Individual 2 con tecnologia Eyefit sono le lenti progressive più personalizzate di ZEISS. Queste lenti per occhiali offrono una visione naturale da tutte le distanze e un'adattabilità eccellente al pari di un abito su misura. Cosa rende queste lenti così speciali? MIGLIORE VISIONE dà un'occhiata dietro le quinte di ZEISS e intervista a Manuela Dauner, Product Manager.

ZEISS Progressiva Individual 2 con tecnologia Eyefit: le lenti progressive più personalizzate proposte da ZEISS – un'occhiata dietro le quinte

MIGLIORE VISIONE intervista Manuela Dauner, Product Manager, sullo sviluppo delle nuove lenti progressive ZEISS

MIGLIORE VISIONE: Le nuove lenti progressive ZEISS Progressiva Individual 2 con tecnologia Eyefit rappresentano una pietra miliare nello sviluppo di lenti per occhiali. Esattamente cosa rende queste lenti per occhiali ancora più personalizzabili rispetto alle precedenti?

 

Manuela Dauner: Per ZEISS, lo sviluppo di ZEISS Progressiva Individual 2 con tecnologia Eyefit è stato molto importante. Con la tecnologia Eyefit, vogliamo offrire a chi indossa lenti progressive un comfort ancora maggiore nella visione naturale rispetto al passato. Ciò significa che terremo conto maggiormente delle distanze di visione e delle abitudini di ciascuno. Abbiamo quindi sviluppato tre diversi profili di lenti progressive abbinati ai diversi tipi di visione. Le nuove lenti progressive non solo tengono conto dell'anatomia degli occhi ma sono più sottili e leggere e migliorano l'estetica. Inoltre, la personalizzazione delle lenti progressive risulta ancora più flessibile per gli ottici optometristi.

 

MIGLIORE VISIONE: L'aspetto saliente di queste lenti per occhiali è il nuovo design. Cosa c'è alla base dello sviluppo di un design come questo? Su cosa si sono basati i designer per conoscere in anticipo le esigenze dei singoli clienti di lenti progressive?

 

Manuela Dauner: Il design è il risultato di molti anni di esperienza nella produzione di lenti progressive. Nel caso di ZEISS, l'esperienza è più che trentennale. Oltre alla ricerca, consideriamo molto importanti anche le esperienze dei nostri clienti. Conduciamo prove estese sulle lenti, sia all'interno sia all'esterno, e lavoriamo congiuntamente a Università e altri istituti di formazione superiore. Naturalmente, oltre a questo, analizziamo anche le ricerche di mercato. Promuoviamo sondaggi sugli utilizzatori finali per determinare precisamente le esigenze dei nostri clienti e per comprendere la loro esperienza nell'utilizzo di lenti per occhiali.

 

I nostri sondaggi hanno confermato che la visione da vicino sta diventando sempre più importante nella vita quotidiana, anche per i presbiti, così abbiamo deciso di concentrarci in particolare sul campo di visione da vicino e intermedio delle lenti progressive. Oggi le lenti progressive devono soddisfare più requisiti che in passato. Spostare velocemente lo sguardo da uno smart phone a un oggetto distante e poi di nuovo vicino, oppure da un sistema di navigazione in auto alla strada, sono solo due esempi delle nuove esigenze, in particolare per chi è presbite.

ZEISS Progressiva Individual 2 con tecnologia Eyefit: The most individual progressive lenses ever from ZEISS – a look behind the scenes

Lenti progressive come un abito su misura.

MIGLIORE VISIONE: In che modo siete arrivati ai tre diversi profili "Bilanciato", "Intermedio“ e "Vicino" per ZEISS Progressiva Individual 2 con tecnologia Eyefit? 

 

Manuela Dauner: I tre profili sono il risultato di un'analisi delle diverse esigenze. Con l'aiuto delle prove sulle lenti basate sui molti anni di esperienza nel campo delle lenti progressive personalizzate siamo stati in grado di identificare tre tipi di visione, ciascuno con diversi requisiti. Se consideriamo ad esempio il caso di chi legge molto e non vuole cambiare gli occhiali ma vuol continuare a leggere comodamente utilizzando le lenti progressive, sarà necessario un campo di visione da vicino quanto più ampio possibile. Proprio per queste persone è stato sviluppato il profilo "Vicino". Per le persone più dinamiche e sportive o per chi lavora molto al computer e vuole evitare di indossare un altro paio di occhiali, abbiamo sviluppato il profilo "Intermedio" per un maggior comfort nel campo intermedio. Il profilo "Bilanciato" è universale ed equilibrato. Comunque per noi è molto importante mantenere sempre un ampio campo di visione da lontano per tutti i design.

 

Prima di scegliere il design delle lenti progressive gli ottici optometristi dovranno quindi sempre informarsi quanto più possibile sulle principali condizioni di utilizzo delle lenti progressive, sulla professione svolta oppure sulle attività del tempo libero di chi indosserà gli occhiali.

 

Una digressione: perché è presente un campo fuori fuoco nelle lenti progressive?

Le lenti progressive sono sottoposte a un particolare metodo di fabbricazione. Quando si molano le superfici delle lenti, si combinano diversi tipi di lenti ottiche. Queste lenti diventano sempre più incurvate verso la base, creando un'area indefinita nelle aree perimetrali inferiori. È analogo a quanto succede in una sabbiera quando si toglie la sabbia dal fondo ma la sabbia si accumula in qualche altra area della stessa sabbiera. In questo modo l'area perimetrale non è definita otticamente con le lenti progressive e appare fuori fuoco.  Ogni produttore di lenti per occhiali segue la propria filosofia per decidere come e dove definire questa zona nonché le aree di transizione. In generale quanto più la lente progressiva è personalizzata quanto più piccola risulterà quest'area indefinita a livello ottico.

 

MIGLIORE VISIONE: Non ci sono dubbi sul grande lavoro del team di sviluppo Carl Zeiss Vision. Quanto tempo è stato necessario per sviluppare ZEISS Progressiva Individual 2 con tecnologia Eyefit?

 

Manuela Dauner: È difficile rispondere in modo preciso perché in ZEISS il design e le idee sono in continuo sviluppo. Eyefit quindi combina diverse nuove caratteristiche che vengono concepite e sviluppate in un periodo di diversi mesi e persino anni e infine integrate in una nuova lente per occhiali.

 

MIGLIORE VISIONE: In che modo si provano in anticipo i design delle lenti per occhiali e delle lenti progressive di questo tipo?

 

Manuela Dauner: Tutte le lenti per occhiali sono provate in anticipo in Carl Zeiss Vision. Si tratta di una fase molto importante per noi in cui eseguiamo diverse prove sulle lenti. Durante le prove le persone indossano, ad esempio, diversi tipi di lenti progressive adattate alle specifiche esigenze e le confrontano con le situazioni di utilizzo e la visione abituale. Inoltre documentano le loro esperienze e rispondono successivamente a dei questionari.

 

MIGLIORE VISIONE: Consigliate ZEISS Progressiva Individual 2 con tecnologia Eyefit a tutti coloro che indossano lenti progressive e a chi in particolare consigliate questa speciale tecnologia?

 

Manuela Dauner: Crediamo che ZEISS Progressiva Individual 2 con tecnologia Eyefit sia la scelta ideale per una visione ottimale da vicino e da lontano. Tenendo conto dei parametri visivi individuali, quali la distanza dell'occhio, la posizione degli occhiali e la loro forma, nonché le abitudini individuali, siamo in grado di creare una visione il più naturale possibile. Questo è un fatto. Le lenti progressive tradizionali si basano su valori medi per adattarsi a tutti. Possono quindi presentarsi compensazioni rispetto alla visione ottimale dei singoli. Confrontate la vestibilità di un abito su misura con quella di un semplice abito confezionato, ad esempio, potrebbe essere perfetta ma in generale non lo sarà.

 

Inoltre sappiamo che molte persone evitano di utilizzare subito le lenti progressive. Tuttavia diversi studi hanno mostrato che quanto prima si iniziano a utilizzare le lenti progressive, anche a bassa gradazione, tanto più facile sarà abituarsi ad utilizzarle.
         

MIGLIORE VISIONE: In prospettiva, possiamo considerare la tecnologia Eyefit il risultato finale del ciclo di sviluppo per lenti progressive individuali o esistono altre potenzialità?

Manuela Dauner: In base alle nostre metodologie di produzione attuali, Eyefit è senza dubbio uno tra i design di lenti progressive migliori sul mercato a livello globale. Esistono tuttavia molte possibilità di miglioramento della visione naturale e ovviamente, in ZEISS, continuiamo sempre a lavorarci.