Effettuate il checkup visivo online e verificate la qualità della vostra visione.

Verificate online se è tempo di effettuare un altro controllo degli occhi.

L’occhio è il nostro organo di senso più importante. Per questo una visione ottimale è fondamentale. Quando è stata l’ultima volta che vi siete sottoposti ad un controllo degli occhi? Molte persone non si sottopongono a controlli periodici della vista, nonostante questo sia un presupposto essenziale per garantire una visione ottimale. Dopo tutto, i nostri occhi, e quindi la nostra visione, sono soggetti ad un processo di costante mutamento nel corso degli anni, spesso senza che ce ne accorgiamo. Le prime avvisaglie di un deterioramento della visione non sono sempre una visione offuscata o sfuocata. Anche un’emicrania o un affaticamento visivo nelle ore serali potrebbero indicare un deficit visivo.

Più di 100 anni di migliore visione con ZEISS – oltre 100 anni di lenti di precisione di alta qualità e innovazioni nel campo dell’ottica. Grazie al checkup visivo online ZEISS[1] sviluppato da esperti ZEISS potete sottoporvi gratuitamente ad un controllo rapido e semplice degli occhi. Al termine del test, riceverete un’indicazione sull’opportunità di sottoporsi a un controllo professionale della vista presso un Ottico-Optometrista ZEISS o un Medico Oculista.

Una migliore visione comporta anche una migliore qualità della vita, poiché la vista è il nostro organo di senso più importante. Infatti, è attraverso gli occhi che raccogliamo l’80 percento delle impressioni dall’ambiente circostante. Non per niente l’occhio è definito la nostra “finestra sul mondoˮ. Un controllo regolare degli occhi da parte di un esperto qualificato dovrebbe essere parte integrante della prevenzione per la salute. Non solo per voi stessi, ma anche per la sicurezza delle persone, quando ad esempio, state guidando nel traffico. In generale, se non sussistono problemi esistenti o conosciuti agli occhi, è consigliabile un controllo della vista ogni due anni. Il checkup visivo online ZEISS è lo strumento che vi offrirà una valutazione iniziale delle attuali condizioni dei vostri occhi.[1]

Per gli adulti (senza problemi esistenti o conosciuti agli occhi) si consiglia un controllo regolare,

a. Almeno tre volte tra i 20 e i 39 anni
b. Una volta ogni 2-3 anni a partire dai 40 anni
c. Ogni 1-2 anni a partire dall’età di 65 anni.

Per i bambini si consiglia un controllo regolare:

a. Primo esame: tra i 2 e i 3 anni e 1/2 di età al più tardi
b. Secondo esame: prima di iniziare la scuola
c. Successivamente ogni due anni – anche se non vi sono ovvi problemi agli occhi – per essere sicuri di rilevare ancora in fase iniziale i primi segni di deterioramento della visione.
d. Per tutti i neonati prematuri e tutti i bambini i cui genitori o fratelli e sorelle soffrono di strabismo o di gravi difetti di visione si raccomanda di effettuare il controllo della vista il prima possibile – tra i 6 e i 12 mesi – e successivamente ad intervalli regolari.

Con quale frequenza è consigliabile sottoporsi ad un controllo della vista?
chiudi

Il checkup visivo online è suddiviso in tre parti:

  1. Test dell'acuità visiva
  2. Test della visione dei contrasti
  3. Test della visione dei colori


AVVIA IL TEST!

[1] Questo checkup visivo online non è un test medico e non può sostituire le cure fornite da uno specialista esperto. Non è concepito per l'utilizzo nella diagnosi di malattie o altri disturbi, né per la cura, la mitigazione, il trattamento o la prevenzione di malattie. Questo esame è finalizzato unicamente a fornire un'idea generale delle proprie capacità visive e un'indicazione sull'opportunità di sottoporsi a un controllo professionale della vista.

Quali checkup sono disponibili?


1. Test dell’acuità visiva

Rappresenta senza alcun dubbio il test più importante. Lo conosce bene chi indossa gli occhiali. L’Ottico-Optometrista o il Medico Oculista vi chiede di leggere lettere o numeri e di indicare il verso di apertura di anelli speciali (anelli di Landolt) – ciascuno dei quali ha dimensioni differenti e viene proiettato su una superficie. L’esperto verifica quale dimensione dei diversi elementi siete in grado di identificare senza difficoltà. Successivamente, effettua anche un processo noto come refrazione soggettiva. Dopo aver inserito lenti diverse con diversi poteri in uno strumento conosciuto come montatura di prova, vi chiede di indicare, per ogni lente, se la vostra visione è migliore o peggiore. L’esperto inizia ad ottimizzare la lente prima per un occhio e poi per l’altro. Successivamente è importante verificare l’interazione degli occhi utilizzando un test binoculare. È poi possibile utilizzare anche altri test per identificare un difetto conosciuto come eteroforia associata, che può essere corretta e, in alcuni casi, trattata.

Nella parte 1 del nostro checkup online gratuito simuliamo la prova della vostra efficienza visiva sullo schermo. Il test non è da intendersi come sostitutivo delle prove effettuate dall’Ottico-Optometrista o dal Medico Oculista. Tuttavia, vi offre un’idea generale della qualità della vostra visione.

 

Durante gli esami della vista, il potere refrattivo necessario per correggere il deficit visivo viene determinato senza accomodazione (l’adattamento automatico dell’occhio alle diverse distanze).

0.00 D (diottrie) = visione normale (emmetropia)

Poteri diversi da 0.00 D (diottrie) = deficit visivo (ametropia)

p. es. sf +2.00 D (diottrie) = ipermetropia – anche con presbiopia (perdita graduale dell’abilità di mettere a fuoco oggetti vicini che si manifesta con l’avanzare dell’età). In questo caso si utilizza il termine addizione (Add)

p. es. sf -1.00 D (diottrie)
= miopia. Per poteri inferiori a -6.00 D si parla di miopia grave.

cil 1.00 D (diottrie) = ametropia cilindrica (astigmatismo) – l’occhio vede i punti come barre o linee

 

Legenda dei risultati dell'efficienza visiva:
chiudi

2. Test della visione dei contrasti


Inizialmente, potreste pensare che questo test non sia così importante. Tuttavia, la visione dei contrasti è fondamentale per avere una visione confortevole. Se non siamo in grado di distinguere le differenze di contrasto, ne può derivare un affaticamento degli occhi. Tutti sappiamo cosa si prova quando il contrasto è non correttamente impostato sullo schermo di un computer o quando tentiamo di leggere in scarse condizioni di illuminazione.

Effettuare il controllo della visione dei contrasti è importante per identificare qualsiasi cambiamento nella nostra visione. Ad esempio, i cambiamenti nella sensibilità al contrasto possono essere un sintomo di glaucoma.

Nella parte 2 del nostro checkup online simuliamo la visione dei contrasti. Grazie a questo test avrete un’indicazione di massima del livello della vostra visione dei contasti. L’esperto sarà lieto di esaminare questo aspetto in maniera più dettagliata.


3. Test della visione dei colori

Il difetto conosciuto come “cecità ai coloriˮ interessa molti più uomini che donne. È di origine genetica e riguarda 180 milioni di persone in tutto il mondo e si presenta in varie forme.

  1. Coloro che ne sono affetti hanno una capacità limitata di riconoscere determinate tonalità. Tutte le cellule sensoriali – i coni rossi, verdi e blu – sono presenti all’interno della retina, ma alcune di loro non funzionano correttamente; la forma più comune del disturbo è la cecità al rosso/verde.
  2. Cecità parziale ai colori: in questa forma della malattia, alcune delle cellule sensoriali non sono affatto presenti oppure la loro funzionalità è pregiudicata. Le persone che ne sono affette possiedono solo due tipi di recettori ancora funzionanti. Il risultato: la visione dei colori è notevolmente pregiudicata. Talvolta può trattarsi di una condizione pericolosa, soprattutto per gli automobilisti parzialmente (o completamente) ciechi al rosso. Nella nebbia ad esempio, queste persone vedono solo il colore nero e non il rosso del retronebbia dell’auto che li precede.
  3. Cecità totale ai colori: il disturbo, conosciuto come acromatopsia, è molto raro. Le persone che ne sono affette non sono in grado di percepire assolutamente alcuna tonalità di colore.

Per diagnosticarlo, il Medico Oculista utilizza tre diversi test: tavole pseudoisocromatiche, il test di Farnsworth e l’anomaloscopio di Nagel.
Nella parte 3 del nostro checkup online gratuito potete verificare la visione dei colori attraverso tavole di colori.

Su questo sito Web utilizziamo cookie. I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati dai siti Web sul computer dell’utente. Ampiamente utilizzati, i cookie sono strumenti di ausilio per migliorare le pagine e rappresentarle in maniera ottimizzata. Consultando le nostre pagine l’utente acconsente al loro impiego. Di più