Buehne01 Visucam 500 3x visucam

VISUCAM 500

Brillanti immagini a colori

Fissate una consulenza personalizzata

Buehne03 Visucam 500 3x visucam

VISUCAM 500

Per non perdere nemmeno un dettaglio.
Angiografia con fluorescenza ad alta risoluzione

VISUCAM 500

VISUCAM 500

AutoMap per il montaggio con un singolo clic

Visucam 500 3x visucam

VISUCAM 500

Tutto in un’unica soluzione

VISUCAM 500

  • Peculiarità
    Visucam 500 3x visucam

    Tutto in un’unica soluzione

    VISUCAM® 500 è dotato di straordinarie ottiche ZEISS e di una fundus camera a colori non-midriatica che consente di acquisire immagini attraverso pupille anche di piccole dimensioni fino a 3,3 mm. Ottimo comfort per il paziente, workflow più efficiente e ottimizzazione del trattamento: I vantaggi della piattaforma completa per il fundus VISUCAM 5001 di ZEISS sono evidenti. Il sistema di elevata qualità offre tutti gli strumenti necessari per una diagnosi dettagliata delle tipiche patologie oculari, quali la retinopatia diabetica, il glaucoma e l’AMD in un’unica postazione di lavoro.
    Funzioni avanzate come l’autofluorescenza del fundus, la semplice gestione delle immagini stereo e l’innovativa valutazione della densità ottica del pigmento maculare (MPOD) sono combinate con funzioni automatiche intelligenti che consentono un imaging riproducibile e intuitivo per ogni singolo caso clinico.

    Straordinarie ottiche ZEISS

    Per non tralasciare alcun dettaglio nel test dell’imaging a colori del fondo oculare e dell’angiografia a fluorescenza ad alta risoluzione.

    Un investimento sicuro

    Si tratta di un sistema flessibile, completo ed espandibile con l’acquisizione di immagini supplementari.

    Determinazione della MPOD

    Consente una rapida e semplice verifica della protezione della retina, per la prima volta mediante una fundus camera standard.

    Facilità d’uso e comfort dei pazienti

    Durante l’osservazione ad infrarossi e grazie al workflow guidato da software ed all’innovativa modalità stereo, è possibile impostare sia molteplici configurazioni di fissazione interna sia utilizzare la funzione ZEISS AutoMap.

    Funzioni di regolazione intelligenti
    Se opzionato, sono disponibili funzioni automatiche intelligenti
    in grado di supportare l’acquisizione rapida e semplice di immagini
    del fondo, anche se l’utente è inesperto:

    • Controllo pupilla
    • Modalità Small (≥ 3,3 mm)
    • AutoFocus
    • AutoFlash
    • Facile posizionamento con punti che indicano la distanza di lavoro

    Montaggio automatico multi-immagine
    Dettagli o panoramica della retina: AutoMap vi consente entrambe le possibilità. Attraverso il posizionamento manuale o automatico, le opzioni del target di fissazione interno favoriscono la gestione della funzione di imaging ‘panorama’.

    Visualizzazione live
    Le immagini acquisite vengono immediatamente visualizzate sul monitor per una rapida valutazione. Tutte le funzioni di elaborazione sono attivabili con un doppio clic. Gli strumenti a supporto del workflow quotidiano comprendono:

    • funzioni di ingrandimento (inclusa la funzione lente per miniature immagini)
    • Ricerca semplificata per immagini e pazienti
    • Funzionalità Drag&Drop per la preparazione della stampa

    Maggiori informazioni in qualità 3D
    Grazie alla modalità stereo, le immagini 3D sono facili da acquisire e gestire. Con il salvataggio in un singolo file, il software VISUCAM 500 ricorda ogni modifica apportata alla coppia di immagini JPS.
    Grazie all’eccellente qualità dell’immagine, alla modalità a 7 campi ed alla funzione stereo, VISUCAM 500 è lo strumento ideale per gli studi clinici.

    Mostra tutto
    Chiudi

    Disponibile come fotocamera non-midriatica completa

    La modalità small pupil consente inoltre l’acquisizione di fotografie con un diametro pupilla di 3,3 mm o superiore.

    Design compatto e compatibilità straordinaria

    Funzioni di imaging e di valutazione disponibili in un’unica postazione dotata delle interfacce di un normale PC per un comodo trasferimento dei dati.

    Disponibilità di tutti i dati importanti
    VISUCAM 500 può notevolmente migliorare l’efficienza del workflow del vostro studio, consentendovi di dedicarvi appieno al trattamento dei vostri pazienti.

    Postazione di lavoro compatta per oftalmologia
    VISUCAM 500 non solo comprende tutte le modalità di acquisizione necessarie per le procedure di routine, ma integra anche un computer e un database per il rapido trasferimento delle immagini.

    Archiviazione sicura e costante dei dati
    Grazie alle diverse opzioni di memorizzazione disponibili, VISUCAM 500 offre una maggior sicurezza della vostra banca dati. Oltre alla funzionalità di backup di FORUM, i dati sono facilmente archiviabili nel Network Archive Storage (NAS), su disco rigido o DVD.

    Immagini disponibili ovunque vi servano
    Le immagini sono trasferibili nell’intera rete locale, su supporto USB o su DVD. Se combinato con la soluzione di gestione dati ZEISS FORUM, FORUM consente la visualizzazione e il confronto dei dati diagnostici in modo rapido ed efficace da qualsiasi postazione.
    Grazie alle modalità worklist è possibile trasferire i dati personali dei pazienti da FORUM a VISUCAM 500 senza doverli ridigitare, risparmiando tempo ed evitando errori che comporterebbero una nuova immissione.

    Mostra tutto
    Chiudi
  • Autofluorescenza (FAF)

    Importanza dell’autofluorescenza del fundus
    Negli ultimi anni, i ricercatori si sono molto dedicati allo studio e allo sviluppo di terapie per il trattamento della degenerazione maculare senile (AMD), una delle cause principali di perdita della visione. Sono buoni i risultati ottenuti con la neovascolarizzazione coroideale (CNV) come forma umida di AMD avanzata. Al contrario, è ancora oggetto di studio una forma secca di AMD avanzata: l’atrofia geografica (GA).
    Nonostante sia stato dimostrato che l’AMD secca precoce causi solo lievi problemi di visione, sussiste comunque il rischio che questa degeneri in una forma avanzata con grave perdita della visione. In un simile contesto, la tecnica con autofluorescenza del fundus (FAF) rappresenta un importante strumento diagnostico per valutare i rischi di progressione della patologia nelle diverse forme di AMD avanzata. A titolo di esempio, Holz, Bindewald et al.2,3,4 hanno presentato nei loro studi dei modelli FAF utili per differenziare i livelli di rischio sulla velocità con cui l’AMD secca possa degenerare in forme avanzate come la GA o la CNV.


    Tecnica dell’autofluorescenza del fundus
    La tecnica FAF si basa sull’eccitazione specifica e sul rilevamento di fluorescenze naturali dei composti retinici rilevanti nel metabolismo retinico, come la lipofuscina. A tal fine si impiegano uno specifico eccitatore spettrale e dei filtri barriera.
    La nostra FAF, basata su fundus camera, costituisce una tecnica “single shot” operativa nel campo blu-verde dello spettro (~520nm). A differenza dell’esposizione alla luce blu, la lunghezza d’onda blu-verde è meno stressante per la retina e permette al contempo di visualizzare meglio il centro della macula nonostante l’assorbimento operato dal pigmento maculare.

     

    Maggiori informazioni sull’autofluorescenza del fundus

  • Dati tecnici
    Angolo di campo
    45° e 30°
    Modalità di acquisizione
    Immagini a colori, immagini del fondo rosso-privo, immagini blu e verdi, immagini del segmento anteriore e angiografia con fluoresceina (FA).
    Opzione: autofluorescenza, angiografia al verde di indocianina (ICG), stereo, MPOD
    Filtri
    Filtri ottici per le modalità di acquisizione FA + ICG, filtri eccitatore e filtri barriera, filtri per immagini verdi e blu, filtri per autofluorescenza del fondo e immagini MPOD, filtri barriera UV / IR
    Compensazione per ametropia
    +35 D… –35 D, in continuo
    Diametro pupilla
    ≥ 4,0 mm
    ≥ 3,3 mm (30° modalità small pupil)
    Target di fissazione
    Esterni e interni
    (croce con 3 diverse dimensioni ed esagono)
    Modalità di attenzione per target di fissazione interno (ingrandito e croce lampeggiante)
    Range disponibile: +/- 15D
    Diverse sequenze programmate o posizionabili liberamente come combinazione con la modalità stereo
    Fundus camera
    Sequenza di acquisizione Da 1,5 secondi(in base all’energia flash)
    Livelli flash 1-16
    Distanza di lavoro 40 mm (occhio paziente – lente frontale)
    Sensore di acquisizione CCD 5.0 mega pixel
    Monitor 19“ TFT (1280 x 1024) collegato tramite trasformatore di isolamento
    Sorgente di luce per osservazione 4 LED IR (ciascuno max. 100mW)
    Energia flash Lampada flash allo xeno (max. 80 Ws)
    Database Informazioni paziente e immagini con angolo di campo, tempo FA, riconoscimento dx/sx e memorizzazione della data della visita
    Base strumento (movimento)
    Avanti - indietro 50 mm
    Sinistra - destra 100 mm
    Altezza 30 mm
    Computer / Accessori
    Sistema operativo Windows Professional
    Disco rigido Possibilità di archiviare oltre 150.000 immagini (dimensioni attuali: 320 GB)
    RAM 1 GB
    Interfacce Porte USB e connettori di rete, porta DVI
    Interfacce dati DICOM MWL, SPIF per EMR o tastiera e mouse
    Esportazione/importazione Formati immagine supportati: DICOM-OP, BMP, TIFF, JPEG,
    Elenco pazienti, DICOM MWL, DICOM storage
    Masterizzatore DVD interno Formato UDF (DVD, CD)
    Tavolo portastrumento Asimmetrico, adatto a sedie a rotelle
    Accessori Stampante di rete, chiavetta USB, sostegno portamonitor, portatastiera a scomparsa per tavolo portastrumento
    Sistema di archiviazione e analisi delle immagini FORUM/VISUPAC
    Isolatore di rete
    Dimensioni
    Dispositivo base 410 mm x 480 mm x 650 mm (poggiatesta)
    (L 16.14 x P 18.90 x H 25.59 pollici)
    Monitor 405 x 65 x 335 mm (in base al modello)
    (L 15.95 x P 2.56 x H 13.19 pollici)
    Peso dispositivo base 30 kg (66.1 lbs)
    Tensione nominale 100 … 240 V +/-10% (ad autoregolazione)
    Frequenza 50/60 Hz
    Assorbimento di corrente 400 VA
    Mostra tutto
    Chiudi
  • Servizi

    OPTIME di ZEISS

    Tutto il supporto di cui avete bisogno

    Contate su un'elevata affidabilità del sistema? Se la risposta è sì, perché non considerate i nostri contratti di assistenza OPTIME di ZEISS creati per assicurare la disponibilità delle vostre apparecchiature mediche in qualsiasi momento?

    Maggiori informazioni su OPTIME di ZEISS
    Assistenza in remoto di ZEISS

    Assistenza in remoto di ZEISS

    Teleassistenza competente immediata

    Avete bisogno di supporto immediato? Il servizio di assistenza in remoto di ZEISS offre supporto online ai clienti che hanno sottoscritto un contratto di assistenza OPTIME advanced oppure OPTIME complete.

    Maggiori informazioni sull'assistenza in remoto di ZEISS

    I vantaggi dei nostri pacchetti di assistenza al cliente.

    Registratevi per un contratto di assistenza
  • Download

    VISUCAM 500

    Tutto in un’unica soluzione

    Pagina: 10
    dimensione file: 1,425 kB

    DICOM Conformance Statement

    VISUCAM PRO NM, VISUCAM NM FA, VISUCAM 200 and VISUCAM 500

    Pagina: 44
    dimensione file: 637 kB

Maggiori informazioni

Richiesta commerciale

Avete domande sull'acquisto dei nostri prodotti?

Contattateci ora

Fissate una consulenza personalizzata

I nostri esperti vi ricontatteranno al più presto.

Fissate un appuntamento

Richiedete una demo gratuita

Provate il prodotto che vi interessa.

Richiedete una demo

Richiesta di preventivo

Il nostro team di vendita vi ricontatterà al più presto.

Chiedete un preventivo

Prodotti correlati

  • 1 The VISUCAM 200 and 500 are not for sale in the United States. Please ask for VISUCAMPRO NM and VISUCAMNM/FA in the United States.
  • 2 Bindewald A, Bird AC, Dandekar SS et al. (2005) Classification of fundus autofluorescence patterns in early age-related macular disease. Invest Ophthalmol Vts Sct 46: 3309-3314
  • 3 Holz FG, Bellmann C, Margaritidis M, et al. (1999) Patterns of increased in vivo fundus autofluorescence in the junctional zone of geographic atrophy of the retinal pigment epithelium associated with age-related macular degeneration. Graefes Arch Clin Exp Ophthalmol 237:145-152
  • 4 Mößner A, Holz FG, Fleckenstein M et al. (2009) Fundus autofluorescence pattern as risk factor for development of geographic atrophy in patients with age-related maculopathy. DOG Abstract: 243
Su questo sito Web utilizziamo cookie. I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati dai siti Web sul computer dell’utente. Ampiamente utilizzati, i cookie sono strumenti di ausilio per migliorare le pagine e rappresentarle in maniera ottimizzata. Consultando le nostre pagine l’utente acconsente al loro impiego. Di più