IORT TARGIT Boost keyvisual
innovationMADE BY ZEISS
Offrire alternative adeguate ai rischi per trattamenti conservativi del seno. Soluzioni IORT di ZEISS
innovationMADE BY ZEISS

Irradiazione boost TARGIT per cancro al seno:

elevata efficacia grazie all’irradiazione mirata

L’irradiazione supplementare del letto tumorale (boost) è parte della procedura standard nella terapia del cancro al seno. Nella radioterapia intraoperatoria con INTRABEAM® di ZEISS, l'elemento boost del regime EBRT (radioterapia esterna) può essere sostituito e somministrato al tessuto target immediatamente dopo un'ampia resezione locale. Questo elemento boost del regime di trattamento complessivo risulta molto preciso poiché viene applicato nel momento in cui il letto tumorale viene visualizzato nel corso dell’intervento. Oltre 14 anni di esperienza clinica su più di 12.000 pazienti confermano l’efficacia della IORT nel trattamento del cancro al seno In due studi sul boost intraoperatorio con INTRABEAM® di ZEISS condotti su un totale di 450 pazienti, il tasso di recidiva a cinque anni è stato solo dell’1,5 - 1,7%. Non erano stati selezionati pazienti con un basso tasso di recidiva.1,2

Vantaggi principali:

  • Tasso di recidiva locale molto contenuto.
  • Bassa percentuale di effetti collaterali.
  • Ottimi risultati estetici.
  • Riduzione dei trattamenti EBRT convenzionali del 25% circa.

La terapia con boost intraoperatorio è molto ben tollerata dalle pazienti. Come dimostrato da studi sulla tossicità acuta e a lungo termine dopo boost intraoperatorio (20 Gy), non si osservano anormalità. Medici e pazienti hanno riscontrato che anche il risultato estetico dopo il boost intraoperatorio con INTRABEAM® di ZEISS era ottimo.3,4

Trattamento

Il trattamento con il metodo TARGIT Boost mostra un miglioramento nel risultato del trattamento e può inoltre ridurre la radioterapia tradizionale di 5-8 giorni.2

Confronto del tasso di recidiva di cancro al seno (non randomizzato). Con INTRABEAM® di ZEISS il tasso di recidiva è solo la metà rispetto a quello della radioterapia convenzionale.1

Questo metodo ha oltre 14 anni di esperienza clinica. I risultati clinici mostrano che il tasso di recidiva è solo dell’1,7% circa nei primi cinque anni dopo l'intervento chirurgico.1


Scoprite di più

Sales Request

Any questions about buying our products?

Contact us now

Price Request

Our Sales Team will contact you shortly.

Request a Quote

Schedule your Consultation

Our experts will contact you shortly.

Schedule an Appointment

Customer Care

Need assistance with your product?

Contact us now

Argomenti correlati

  • 1 Vaidya, J. S., Baum, M., Tobias, J. S., Wenz, F., Massarut, S., Keshtgar, M., … Joseph, D. (2011). Long-Term Results of Targeted Intraoperative Radiotherapy (Targit) Boost During Breast-Conserving Surgery. International Journal of Radiation Oncology*Biology*Physics, 81(4), 1091–1097.
  • 2 Wenz, F., Welzel, G., Blank, E., Hermann, B., Steil, V., Sütterlin, M., & Kraus-Tiefenbacher, U. (2010). Intraoperative Radiotherapy as a Boost During Breast-Conserving Surgery Using Low-Kilovoltage X-Rays: The First 5 Years of Experience With a Novel Approach. International Journal of Radiation Oncology*Biology*Physics, 77(5), 1309–1314.
  • 3 Kraus-Tiefenbacher, U., Bauer, L., Kehrer, T., Hermann, B., Melchert, F., & Wenz, F. (2006). Intraoperative Radiotherapy (IORT) as a Boost in Patients with Early-Stage Breast Cancer – Acute Toxicity. Oncology Research and Treatment, 29(3), 77–82.
  • 4 Kraus-Tiefenbacher, U., Bauer, L., Scheda, A., Fleckenstein, K., Keller, A., Herskind, C., … Wenz, F. (2006). Long-term toxicity of an intraoperative radiotherapy boost using low energy X-rays during breast-conserving surgery. International Journal of Radiation Oncology*Biology*Physics, 66(2), 377–381.
Su questo sito Web utilizziamo cookie. I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati dai siti Web sul computer dell’utente. Ampiamente utilizzati, i cookie sono strumenti di ausilio per migliorare le pagine e rappresentarle in maniera ottimizzata. Consultando le nostre pagine l’utente acconsente al loro impiego. Di più
Di più OK