Lo sapevi che…

… Monet creò i suoi vibranti colori con l'aiuto delle lenti ZEISS?

Parte 8: Lo sapevi che…

… Monet creò i suoi vibranti colori con l'aiuto delle lenti ZEISS?

Il grande pittore impressionista Claude Monet era miope e soffriva inoltre di cataratta. Nel 1923, si sottopose a un intervento di cataratta, poi acquistò dei nuovi occhiali con le lenti speciali ZEISS “Katral”, sviluppate appositamente per pazienti affetti da questo disturbo. Con le nuove lenti, Monet fu in grado di vedere che aspetto avessero realmente i suoi dipinti e rimase deluso dai colori smorti che finalmente riuscì a percepire. Iniziò immediatamente a ritoccare molti quadri già completati usando tonalità più vivaci. Tra questi anche le meravigliose opere con le ninfee, che ci incantano ancora oggi con la loro freschezza e nitidezza. 

Claude Monet, nato nel 1840 e deceduto nel 1926, è stato uno dei più famosi pittori francesi e ha lasciato un segno indelebile sul movimento impressionista. I riflessi ed i colori accuratamente selezionati sono i tratti distintivi dei suoi dipinti. L'arte impressionista si concentra sull'interazione tra luci, ombre e colori, piuttosto che sulla rappresentazione figurativa degli oggetti. Il suo quadro intitolato "Impressione, sol nascente", del 1872, ha dato il nome all'intero movimento artistico.

Chi avrebbe mai pensato che questo straordinario pittore avesse gravi deficit visivi? Claude Monet era miope e soffriva di cataratta. Nel 1923, dopo aver esitato a lungo, decise infine di sottoporsi all'intervento chirurgico. Dopo l'operazione, comprò due paia di occhiali dall'ottico E.B. Meyrowitz, vicino a Place Vendôme a Parigi.

Gli occhiali erano dotati di lenti ZEISS. Un paio aveva lenti trasparenti, l'altro colorate, entrambi con montature di tartaruga. Le lenti portavano il nome Katral.

Con un complesso processo produttivo, nel 1912 ZEISS iniziò a fabbricare lenti Katral per i pazienti che avevano subito un intervento di cataratta. Costavano l'equivalente dell'affitto per un quadrilocale di lusso in una delle principali città europee dell'epoca. Essendo un pittore piuttosto abbiente, Claude Monet potè permettersele negli ultimi anni della sua vita. Le lenti gli consentirono di dedicarsi alla sua arte con ancora più fervore ed entusiasmo di prima. All'improvviso, si rese conto che i colori che aveva usato sino ad allora erano troppo smorti e si affrettò a sceglierne di più brillanti.

Il trattamento della cataratta oggi

La cataratta è considerata la causa della cecità più comune al mondo. Solitamente, colpisce gli anziani. Il disturbo comporta l'opacamento del cristallino. Chi ne soffre ha la sensazione di guardare attraverso un velo o una tenda. Se non curata, può causare cecità completa.

Tuttavia, trattare la cataratta oggi è più facile ed efficace che mai. Con una procedura semplice, si rimuove il cristallino dall'occhio inserendo una lente artificiale intraoculare. I due occhi vengono operati separatamente. La tecnologia all'avanguardia di ZEISS viene impiegata per la diagnosi, l'impianto e il trattamento della patologia.

La gamma di prodotti ZEISS comprende ancora occhiali per persone affette da cataratta, sebbene, di fatto, non siano più necessari. I pazienti possono portare occhiali con lenti graduate in base agli eventuali deficit visivi residui. L'Ottico-Optometrista le monterà come di consueto.

Approfondimenti sulla tecnologia ZEISS per il trattamento della cataratta

ZEISS Cataract Suite: la gamma completa per la cataratta

Oggi, si vogliono ottenere risultati eccellenti per i propri pazienti usando le tecnologie d'avanguardia più adatte al proprio studio. Il flusso di lavoro relativo alla cataratta comprende molti passaggi e dispositivi diversi, dalla diagnosi agli esami post-operatori. Cosa accadrebbe se tali prodotti interagissero tra di loro per rendere il processo più rapido, efficiente e preciso?

Di più
Su questo sito Web utilizziamo cookie. I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati dai siti Web sul computer dell’utente. Ampiamente utilizzati, i cookie sono strumenti di ausilio per migliorare le pagine e rappresentarle in maniera ottimizzata. Consultando le nostre pagine l’utente acconsente al loro impiego. Di più