Lo sapevi che…

… che il know-how utilizzato per la produzione delle lenti progressive ZEISS deriva dall’industria aerospaziale?

Parte 7: Lo sapevi che…

… che il know-how utilizzato per la produzione delle lenti progressive ZEISS deriva dall’industria aerospaziale?

Le lenti progressive ZEISS sono prodotti high-tech. Per il design e la produzione delle lenti si utilizzano le funzioni matematiche impiegate per approssimare le proprietà aerodinamiche dell’ala di un aero. Per realizzare una lente, ZEISS applica le scoperte del proprio reparto di tecnologia spaziale, che ha sviluppato specchi ad elevata precisione per il telescopio per raggi X a bordo del satellite ROSAT, nell’ambito della sua missione di scansione dell’universo.

La produzione delle lenti progressive in ZEISS Vision Care prevede la gestione delle complessità dei design asimmetrici e delle superfici ottiche all’avanguardia. Ogni lente è un pezzo unico e deve essere calcolata in modo esatto sulla base dei dati misurati dall’Ottico-Optometrista. L’obiettivo è quello di offrire ai vostri occhi in costante movimento la correzione ottimale e quindi assicurarvi il massimo comfort di visione: per vicino, a distanza intermedia e per lontano.

Attualmente, ogni giorno nello stabilimento di ZEISS ad Aalen, Germania, vengono prodotte 12.000 superfici progressive personalizzate ed ognuna di loro è realizzata su misura in base alle esigenze personali di chi le indosserà. La produzione richiede un numero elevatissimo di calcoli. Le competenze dei Collaboratori dell’azienda, tra cui vi sono numerosi matematici e fisici, rendono possibile l'impiego di strumenti software sviluppati specificamente da ZEISS e di una potente tecnologia informatica per calcolare lenti personalizzate con esattezza e precisione in pochi secondi. Agli inizi degli anni ’80 ci voleva una notte intera per il design di una superficie freeform.

In questo contesto, infatti, la “parola magicaˮ è tecnologia freeform.

Le lenti progressive sono veri capolavori di tecnologia ottica. La parte superiore della lente progressiva è utilizzata per la visione per lontano, mentre quella inferiore per la visione per vicino. L’area compresa tra queste due zone è definita zona di transizione o corridoio di progressione ed assicura una visione nitida a tutte le distanze, passando dalla visione per vicino, a quella intermedia a quella per lontano. Le leggi della fisica comportano inevitabilmente una leggera sfocatura nella parte periferica di questa zona. L’ampiezza di questa sfocatura dipende dalla qualità della lente progressiva e dal livello di personalizzazione. La regola generale è: più le lenti sono realizzate su misura in base alle esigenze personali di chi le indosserà, minore sarà la sfocatura periferica. Ne derivano un notevole miglioramento della qualità della visione e della tolleranza da parte di chi indossa le lenti, oltre alla visione più naturale possibile.

Nel 2000, ZEISS ha lanciato sul mercato una delle prime lenti su misura con il nome Gradal® Individual. È stata una pietra miliare nella storia dell’ottica. Attualmente, il calcolo e la produzione delle lenti comprendono non solo i poteri prescritti per le diverse distanze di visione, ma anche i parametri personali di chi le indosserà, quali la distanza tra le pupille, la calzata della montatura sul viso, la distanza di lettura ed altri parametri individuali. Negli anni l’azienda ha continuato ad ottimizzare questo metodo di progettazione matematica e produzione. Questi progressi tecnologici sono stati favoriti non solo da metodi migliori e più rapidi di calcolo e produzione, ma anche dal continuo lavoro di ricerca e sviluppo avanzati in ZEISS. Solo in questo modo è stato possibile produrre la superficie di una lente progressiva con una precisione micrometrica.

La superficie di ogni lente progressiva è conosciuta come superficie freeform. È costituita da minuscoli elementi di superficie diversi localmente ma che insieme realizzano una superficie progressiva liscia. Questi elementi vengono poi adattati matematicamente ai dati personali di chi indosserà le lenti. In questo modo è possibile realizzare una corrispondenza ottimale tra le zone di visione e le personali esigenze di chi indosserà le lenti, migliorandone contemporaneamente la tollerabilità alle lenti.

Ulteriori informazioni sulle lenti progressive e sui design delle lenti

Qual è la differenza tra lenti per occhiali personalizzate e lenti "prodotte in serie"?

Non è possibile capire se una lente è personalizzata o prodotta in serie solo guardandola. Ma allora qual è la differenza? Quali portatori di occhiali traggono i maggiori vantaggi da lenti ottimizzate individualmente in base alla specifica prescrizione?

Di più
Su questo sito Web utilizziamo cookie. I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati dai siti Web sul computer dell’utente. Ampiamente utilizzati, i cookie sono strumenti di ausilio per migliorare le pagine e rappresentarle in maniera ottimizzata. Consultando le nostre pagine l’utente acconsente al loro impiego. Di più