Cerca il Centro Ottico ZEISS più vicino a te

Categoria

Temi

Facebook

Come funzionano gli occhiali 3D

I nuovi occhiali 3D, come i cinemizer di ZEISS, aprono nuovi orizzonti per i vostri occhi nel mondo dell'intrattenimento

La visione stereoscopica ci ha dato un vantaggio evolutivo fin dai primordi dell'umanità. Oggi possiamo finalmente guardare film in 3D in TV o al cinema grazie a sofisticati occhiali 3D. Questa tecnologia moderna tenta di ingannare il cervello imitando la nostra visione stereoscopica.

I nuovi occhiali 3D, come i cinemizer di ZEISS, aprono nuovi orizzonti per i vostri occhi nel mondo dell'intrattenimento

I nuovi occhiali 3D, come i cinemizer di ZEISS, aprono nuovi orizzonti per i vostri occhi nel mondo dell'intrattenimento

Faccia a faccia con un grande squalo bianco oppure nel bel mezzo di una corsa di Formula 1. Quando indossiamo occhiali 3D per guardare film in 3D in televisione o al cinema, è come se l'azione sullo schermo si stesse svolgendo proprio accanto a noi. È un'esperienza visiva straordinaria, ma come funziona?

Come funziona la visione 3D

Come funzionano gli occhiali 3D

Come funzionano gli occhiali 3D

L'occhio umano ha una conformazione perfetta per la visione 3D. La distanza tra i nostri occhi, circa 6,5 cm, svolge un ruolo fondamentale nella visione 3D. I film in 3D si basano sulla capacità naturale dei nostri occhi di vedere immagini differenti. Infatti è impossibile vedere immagini tridimensionali con un solo occhio. Il nostro cervello deve mettere insieme le due immagine affinché noi possiamo vedere un'immagine tridimensionale. È in questo modo che siamo in grado di percepire la profondità e la distanza da prospettive differenti.

I film in 3D in televisione o sullo schermo del cinema tentano di ingannare il cervello imitando la sofisticata tecnologia dei nostri occhi. Questo funziona solo ed esclusivamente se la telecamera o la macchina da presa registrano due immagini parallele a una distanza esatta di 6,5 centimetri l'una dall'altra. Tutto ciò potrebbe sembrare complicato, ma questa tecnologia esiste da circa 150 anni. Queste immagini sono anche dette fotografie stereoscopiche. I film in 3D sono il passo successivo nello sviluppo di questa tecnologia. Per poter godere appieno dei film in 3D è necessario disporre di un mezzo che consenta di vedere le immagini in 3D, ad esempio occhiali con una lente rossa e una lente verde, televisori 3D con occhiali 3D oppure occhiali video. Solo poche aziende hanno già introdotto televisori 3D che non richiedono l'uso di occhiali, ma secondo gli esperti questa tecnologia non è ancora stata sviluppata appieno. I modelli attuali funzionano solo per una persona seduta ad un angolo specifico rispetto al televisore. Ma chi sa, forse tra qualche anno...

Le diverse tecnologie usate nei televisori 3D con occhiali 3D

L'industria impiega attualmente due diverse tecnologie per rendere possibile la visione di immagini in 3D: gli occhiali a lenti polarizzate e gli occhiali a lenti attive. Gli occhiali cinemizer di Zeiss sono un'altra promettente tecnologia per l'intrattenimento in 3D. Diamo prima un'occhiata alle altre tecnologie. Nella tecnologia polarizzata vengono trasmesse onde di luce orizzontali e verticali oppure vengono trasmesse onde circolari alternativamente in senso orario e in senso antiorario. Tuttavia, i due diversi filtri degli occhiali 3D trasmettono solo un tipo di onda di luce per lato. In sostanza, l'occhio destro vede solo le onde di luce polarizzate verticalmente, mentre l'occhio sinistro vede solo le onde di luce polarizzate orizzontalmente. Nel momento in cui il cervello processa le due immagini, siamo in grado di vedere in 3D. Tuttavia, poiché gli occhiali bloccano una grande quantità di luce, lo schermo deve emettere una luce molto brillante.

Un'alternativa a questa tecnologia sono gli occhiali a lenti attive. In inglese vengono chiamati "shutter glasses" perché si basano sul principio di funzionamento dell'otturatore (shutter) di una macchina fotografica. Questi occhiali 3D sono dotati di lenti a cristalli liquidi che si scuriscono prima su un occhio e poi sull'altro. Questo processo avviene molto rapidamente, fino a 300 volte al secondo, a seconda del modello del televisore. Le diverse immagini per l'occhio destro e per l'occhio sinistro vengono proiettate su uno schermo in sincronia con la rapida apertura e chiusura alternata della lente destra e della lente sinistra degli occhiali. Esistono anche occhiali a lenti attive per vedere immagini in 3D sul computer. Lo svantaggio: con determinati tipi di luce, ad esempio la luce di lampade fluorescenti, potrebbe verificarsi un tremolio dell'immagine.

Cosa fanno i cinemizer di ZEISS?

Conoscevate l'ultima generazione di cinemizerOLED di ZEISS?

Conoscevate l'ultima generazione di cinemizerOLED di ZEISS?

I cinemizer di ZEISS sono occhiali 3D unici. Simulano uno schermo del cinema a una distanza di due metri. Questo effetto è reso possibile da piccoli schermi LED applicati all'interno delle lenti. Le montature sono dotate di cuffie per l'audio dei film. Una caratteristica unica di questi occhiali 3D è che sono adatti anche per le persone che indossano occhiali da vista. Le diottrie possono essere regolate da -5 a +2 direttamente sugli occhiali 3D. Sono inoltre disponibili versioni per iPod, per iPhone, per alcuni telefoni cellulari e per la console PlayStation 3. I cinemizer possono essere usati inoltre con i lettori DVD Blue-ray. In caso di forti disturbi visivi, i cinemizer possono essere indossati sopra agli occhiali da vista.

Tutti possono vedere in 3D?

È importante sapere che non tutti sono in grado di vedere immagini tridimensionali. Questo vale soprattutto per le persone che non riescono a vedere bene con uno dei due occhi. Tuttavia, a volte il cervello non è in grado di processare correttamente le due immagini e di combinarle creando una corretta immagine in 3D. Il nostro consiglio: non tutti possono percepire subito l'effetto 3D. A volte c'è bisogno di un po' di tempo prima che il cervello riesca a cogliere questo tipo di immagine. La soluzione migliore è provare.