Le carote fanno bene alla vista?

Sin da quando siamo piccoli, ci viene detto che le carote fanno bene alla vista. Purtroppo, questo è vero solo in parte.

Certo che le carote fanno bene alla vista, o avete mai visto un coniglio con gli occhiali? Un'immagine certamente divertente, ma non proprio realistica.  Eppure questa leggenda è stata tramandata per generazioni e generazioni. Quello che è vero è che le carote contengono molto beta-carotene. Il beta-carotene è un precursore della vitamina A, essenziale per la salute. L'assenza di questa vitamina nella dieta può ripercuotersi sulla crescita e la condizione di pelle e capelli. Nei casi più estremi, può provocare cecità notturna. La maggior parte dei difetti visivi, in ogni caso, dipende solitamente da cause completamente differenti.

Da quando siamo piccoli, ci viene detto che le carote fanno bene alla vista. Purtroppo, questo è vero solo in parte.

Da quando siamo piccoli, ci viene detto che le carote fanno bene alla vista. Purtroppo, questo è vero solo in parte.

Vi è una quantità infinita di leggende popolari che ci entrano nel subconscio durante l'infanzia.  Oggi la maggior parte di queste leggende vengono confutate in maniera inequivocabile a livello scientifico. Alcune, tuttavia, contengono un elemento di verità. E quale miglior esempio della popolare leggenda secondo la quale le carote fanno bene alla vista? Ma qual è l'origine di questa leggenda? Questo gustoso ortaggio contiene molto beta-carotene. Questa sostanza è la responsabile della tipica colorazione arancione, ma è anche il precursore della vitamina A, che ha davvero delle proprietà benefiche per la vista. Ciononostante, questa leggenda popolare contiene soltanto un granello di verità.

 

La vitamina A viene detta dai nutrizionisti anche "retinolo".  Questo nome fa effettivamente riferimento all'azione che ha sulla vista. La retina dell'occhio contiene delle cellule che possono produrre un'immagine in bianco e nero persino con il minimo barlume di luce. Senza il retinolo, nessuno sarebbe in grado di distinguere il contrasto tra luce e buio. Chi ha bisogno di cure mediche per carenze gravi di vitamina A è addirittura a rischio di cecità notturna.

Fortunatamente per noi, questo disturbo è molto raro nella nostra parte del mondo. Inoltre, vi sono tanti alimenti che sono più ricchi di vitamina A rispetto alle carote, come gli spinaci, il cavolo e l'insalata. I prodotti di origine animale, come il fegato, sono ancor più indicati, poichè non contengono solamente il precursore della vitamina A, ma la vitamina stessa.

Qual è la conclusione? Mangiare regolarmente carote fa bene agli occhi, ma non regalerà una supervista come sperato. In caso di miopia o presbiopia, l'unica soluzione che può veramente aiutare a superare la maggior parte dei difetti visivi è un buon paio di occhiali.

Su questo sito Web utilizziamo cookie. I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati dai siti Web sul computer dell’utente. Ampiamente utilizzati, i cookie sono strumenti di ausilio per migliorare le pagine e rappresentarle in maniera ottimizzata. Consultando le nostre pagine l’utente acconsente al loro impiego. Di più