Back To Top

Cerca il Centro Ottico ZEISS più vicino a te

Categoria

Difficoltà visive nonostante il nuovo paio di occhiali?

Per ottenere una visione confortevole, potrebbe essere necessario abituarsi ad indossare gli occhiali.

I nuovi occhiali sono alla moda e si adattano alla perfezione. C'è un solo problema: la visione non è ancora perfettamente nitida. Perché, cos'hanno di sbagliato. Perché la vista non è perfetta nonostante gli occhiali nuovi? Questo genere di difficoltà visive può avere cause diverse. Buone notizie: il problema di solito si risolve da solo ed è sempre possibile rivolgersi all'ottico optometrista per ulteriori informazioni.

L'ottico optometrista può aiutare

L'ottico optometrista può aiutare

Gli occhiali sono un'invenzione che ha permesso di acquisire lo strumento perfetto per ovviare a una debolezza visiva. Che si tratti di miopia, ipermetropia o presbiopia, oggi esiste una lente giusta praticamente per qualsiasi difetto visivo. Ovviamente, se si acquista un nuovo paio di occhiali e non si riesce a vedere subito in modo nitido, scaturisce una forte sensazione di disagio.

 

Tuttavia, sono molte le ragioni per cui potrebbe capitare di avere quest'esperienza:

Il periodo di adattamento

Ogni volta che si acquista un nuovo paio di occhiali diverso da quelli prima indossati bisogna abituarsi ad essi. Alcune persone hanno bisogno solo di un paio di giorni per abituarsi agli occhiali nuovi, mentre altre ci impiegano fino a due settimane. Quindi è assolutamente normale se, la prima volta che li si indossa, si riesce a vedere solamente il bordo della montatura. Il motivo risiede nel centro visivo del cervello. Esso deve prima adattarsi alle nuove condizioni visive, che risultano notevolmente migliorate. Lo stesso capita anche alle persone a cui sono state prescritte lenti con diottrie diverse rispetto a prima, o che hanno scelto una nuova montatura o un tipo diverso di vetro. Pertanto, è importante continuare a indossare gli occhiali in modo costante, perché gli occhi possano adattarsi.

Un’attesa troppo lunga

La natura fa il suo corso: tra i 40 e i 49 anni la vista inizia a diminuire e le persone finiscono con l'aver bisogno degli occhiali. In uno studio effettuato su oltre 20.000 soggetti, è stato riscontrato che quasi il 60% di tutte le persone che per la prima volta sentivano il bisogno di avere un paio di occhiali aveva atteso troppo a lungo prima di acquistare un ausilio visivo.  E, dopo l'acquisto, anche il centro visivo del loro cervello aveva per la prima volta avuto la necessità di adattarsi alle nuove condizioni. Di solito, tuttavia, l'adattamento è piuttosto rapido. Quasi tutte le persone che prima non indossavano occhiali si chiedono perché mai non li hanno acquistati prima.

Un consiglio prezioso per le persone che già indossano gli occhiali e che hanno visto le proprie diottrie aumentare vertiginosamente (per esempio, come conseguenza di una grave forma di astigmatismo o di miopia) a causa di controlli molto distanziati tra loro: il centro cerebrale deve abituarsi alle nuove impressioni visive prima che si possa godere di nuovo di una visione confortevole e nitida.. Quindi, bisogna avere un po’ di pazienza con gli occhiali nuovi. In generale, a tutte le persone che già portano gli occhiali si raccomanda un esame della vista ogni due anni.

Lenti progressive

Le lenti progressive facilitano una visione nitida a qualsiasi distanza. Le zone di visione a distanza diversa si fondono continuamente l'una nell'altra. Ciò rende possibile vedere chiaramente ogni dettaglio, sia da vicino che da lontano, senza salti di immagine. Il periodo di adattamento può durare fino a tre settimane. Durante questo periodo, bisogna indossare sempre gli occhiali. L'adattamento è particolarmente difficile per le persone anziane se le differenze tra i campi di visione da vicino e da lontano sono notevoli. In questi casi, il periodo di adattamento può durare fino a tre settimane.

Un suggerimento dagli esperti: se si riscontrano dei problemi, consigliamo di indossare gli occhiali nuovi solo mentre si è seduti. Meglio adattarsi lentamente alle nuove lenti progressive indossandole durante gli spostamenti di tutti i giorni, per esempio salendo le scale, alla guida o mentre si fa attività fisica. Naturalmente la qualità delle lenti gioca un suo ruolo importante. Per una consulenza e un'assistenza di livello professionale, rivolgetevi sempre all’ ottico optometrista di fiducia.

Stress

Pressione arteriosa e frequenza cardiaca non sono le sole condizioni a subire l'impatto di uno stress eccessivo: anche la vista ne può soffrire. Spesso, più una persona è stressata più la vista ne sarà compromessa. Suggerimento: quando ci si prepara ad acquistare un nuovo paio di occhiali, è bene assicurarsi di farsi visitare dall'optometrista o dall'oculista in una situazione di massimo relax possibile. In caso di stress, i risultati degli esami potrebbero risultare imprecisi.

Malattie croniche

A causa di un incidente o in maniera improvvisa si è andati incontro ad una compromissione della vista anche se si indossa il nuovo paio d’occhiali appena comprato? Se la risposta è affermativa, la causa potrebbe essere una patologia cronica, come il diabete o l'ipertensione. Entrambe le patologie hanno un impatto enorme sull'acuità visiva di una persona. In questo caso, i problemi di vista probabilmente non sono causati dagli occhiali, ma da importanti fluttuazioni nei livelli ematici di glucosio o nella pressione arteriosa. Molte persone non sanno nemmeno di essere affette da queste malattie, quindi potrebbe essere giunto il momento di fare un check-up.

Medicinali

Anche alcuni medicinali possono peggiorare la vista. E’ bene chiedere al medico se i medicinali che si assumono potrebbero essere la causa del difetto visivo.

ISe ancora la qualità visiva non migliora, meglio controllare nuovamente le specifiche delle lenti dall’ ottico di fiducia: bisogna assicurarsi che le diottrie della lente combacino con la prescrizione e che le lenti siano centrate. Si può anche far controllare nuovamente il montaggio degli occhiali: occhiali che scivolano sul naso o non restano diritti possono influire sulla correzione, e quindi sulle prestazioni visive. L'ottico è l'esperto in grado di svolgere tutti questi controlli e potrà anche fare in modo che le lenti vengano ricontrollate dal produttore, in caso di necessità.

Al proposito: qualora dovessero sussistere altri problemi con gli occhiali, per esempio con la superficie delle lenti, consigliamo di contattare l’ottico optometrista. Egli valuterà le circostanze e deciderà se è necessario far ispezionare le lenti degli occhiali dal produttore. Influssi meccanici, termici o chimici possono potenzialmente causare un'alterazione nel rivestimento. Anche i graffi sugli occhiali possono causare problemi di vista. È fastidioso, perché i graffi non possono essere rimossi e le lenti devono essere sostituite.

Fare clic qui per qualche suggerimento sulla manutenzione delle lenti.

Di più sull'argomento

Articoli correlati

La definizione delle proprie lenti ZEISS personalizzate
Migliore visione con un nuovo paio di occhiali.
Solo i vostri occhiali possono farlo!
Le lenti per una guida più rilassata
Risultati differenti per l’esame della vista – come è possibile?
 

Su questo sito Web utilizziamo cookie. I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati dai siti Web sul computer dell’utente. Ampiamente utilizzati, i cookie sono strumenti di ausilio per migliorare le pagine e rappresentarle in maniera ottimizzata. Consultando le nostre pagine l’utente acconsente al loro impiego. Di più

OK