Back To Top

Cerca il Centro Ottico ZEISS più vicino a te

Categoria

Anatomia di un occhiale da sole: Franz di Mykita & Bernhard Willhelm

Tutto ciò che vorresti sapere su un occhiale da sole, ma non hai mai osato chiedere.

Sono immediatamente riconoscibili, gli accessori delle celebrità, impossibile non averli. Ma come nasce FRANZ? Diamo uno sguardo dietro le scene di MYKITA, il marchio che ha lanciato l’occhiale da sole più alla moda del momento.

Qualcuno può avere già adocchiato FRANZ tra le pagine delle più importanti riviste di moda, nei film/video, sulle riviste di pettegolezzi o fra i blog degli appassionati di design.  Disegnato dall’avveniristico designer di moda tedesco Bernhard Willhelm in collaborazione con i designers del marchio MYKITA, FRANZ è un modello stile aviatore, che ripropone una forma di montatura tradizionale in lamina metallica super leggero e sottile con audaci lenti specchiate. Qui offriamo la possibilità di saperne di più sulla favolosa collezione ad edizione limitata di MIKITA.

MYKITA & Bernhard Willhelm

Rinomato per le sue collezioni uomo e donna colorate, prorompenti ed energiche, il designer tedesco Bernard Wilhelm è conosciuto anche per la sua continua voglia di spingere i confini oltre e non pensare al semplice vestito. Con MYKITA, Bernhard ha nuovamente sfondato gli orizzonti.

Fondata a Berlino nel 2003 da quattro soci - Philipp Haffmans, Harald Gottschling, Daniel Haffmans e Moritz Krueger -  MYKITA non ha mai smesso di crescere da quando ha fatto il suo ingresso nel mondo dell’occhialeria. Sono cresciuti grazie a proposte di design estremamente innovative e funzionali: ad esempio semplici agganci che rendono obsolete viti e saldature, sono integrati su montature in lamina metallica leggerissima, che viene poi modellata. Gli occhiali fatti a mano di MIKITA rappresentano lo stato dell’arte sia per l’occhiale da sole che per l’occhiale da vista.

Una chiacchierata con MYKITA

Ci siamo seduti a fare due chiacchere con Philipp Haffmans, a capo dell’ufficio design di MIKITA, e Xenia Deger, Direttore Marketing & PR.

Bernhard Willhelm è di carattere abbastanza esuberante, mentre MIKITA è conosciuta per le forme pulite e precise. Qual’è l’elemento che vi accomuna?


Philipp Haffmans:
Come per Bernhard Willhelm, il nostro focus non è direzionato solo sul mercato dell’occhialeria. C’è un mondo intero dietro al nostro business e insieme a persone come Bernhard è facile attraversare questo confine. Da qui inizia il divertimento.

Come è partita la vostra collaborazione?

Xenia Deger: veramente noi ricevemmo un’email di Bernhard. Ci chiese se eravamo interessati in una collaborazione per lo sviluppo di alcuni occhiali per il suo show AW09, che eccezionalmente si svolgeva a Berlino, invece che a Parigi, dove normalmente avviene. Naturalmente fummo subito molto interessati a lavorare con Bernhard, apprezzando molto i suoi lavori ed essendo anche grandi appassionati del suo pazzo “mondo di Bernhard Willhelm”. Quando ci inviò le sue idee e i temi creativi (una collezione anni settanta, di stile occhiali da sci), fummo impressionati. Questo fu la molla per sprigionare tutta la nostra forza creativa. Da quel momento tutto andò molto velocemente: sviluppammo l’intera collezione di campioni in meno di 2 mesi.

Cosa vi ha dato maggiori stimoli nel lavorare con Bernhard Willhelm?

Philipp Haffmans: Il lavoro di Bernhard Willhelm e Jutta Kraus non è paragonabile a niente di tradizionale. Nel loro mondo, l’assurdo diventa normale. Questo speciale occhio sul mondo ha reso la nostra relazione estremamente facile e per niente complicata. Non ci fu nessuna discussione senza fine.

Anatomia di un occhiale da sole: Franz di Mykita & Bernhard Willhelm

Anatomia di un occhiale da sole: Franz di Mykita & Bernhard Willhelm

Che cosa vi ha ispirato per FRANZ?

 

Philipp Haffmans: lo sci e i suoi magici slalom, le eroiche pendenze, la resistenza, i salti senza paura visti nelle Olimpiadi invernali del 1976 a Innsbruck hanno ispirato la collezione uomo di Bernhard Willhelm. Quest’ultima non vuole essere solo una collezione da sci, ma piuttosto quello che Berhard considera uno ”striped hybrid” – ibrido a strisce – che si può vantare di essere due cose in una: sostanza e stile. Per sposarsi al meglio con l’abbigliamento tecnico dello sci, ha voluto unire le forze con noi e creare 3 modelli di occhiali da sole specchiati. Il risultato è un trio di montature in lastra di metallo, stile aviatore: FRANZ, ma anche i modelli SEPP e LUKE. Il modello FRANZ si è inspirato e ha preso il nome dal campione di discesa Franz Klammer.

 

Potrebbe dirci di più sul processo di sviluppo del design di FRANZ?

  


Philipp Haffmans:
Il design semplice, ma di impatto è un cosciente rimando all’inadeguatezza dei metodi produttivi del passato. Tornando a quei giorni, la tecnologia di taglio laser di ultima generazione semplicemente allora non esisteva. Il risultato era che certi stili sembravano abbastanza grossolani. Utilizzando i nostri metodi di produzione, oggi nuove forme sono possibili e grazie a questo abbiamo creato un nuovo linguaggio di design.

 

Le lenti montate su FRANZ sono un prodotto Carl Zeiss Vision. Ci dica, in che modo questa scelta è divenuta parte del processo creativo? Qual’è la loro influenza sull’occhiale finale? Avevate in mente un particolare colore di lente e di specchiatura per uno specifico modello oppure vi è caduto l’occhio su una meravigliosa lente da sole e avete pensato “questa lente è grandiosa, un occhiale da sole sarebbe fantastico con questa montata, dobbiamo disegnare qualcosa subito!”?

 

Philipp Haffmans: In questa collezione la scelta delle lenti ha giocato un ruolo di primo piano. Come una tenda, le lenti specchiate letteralmente oscurano lo sguardo di chi le indossa. E’ giunto il momento per noi di riportare sulle scene questo sguardo. Quando Bernard Willhelm ci chiamò, avevamo già discusso internamente questo tema. E quando lui propose il concetto dei giochi Olimpici, fu proprio l’incastro perfetto. Il tema montagna portò altre immagini alla nostra mente, come l’arrampicata sull’Everest di Reinhold Messner. A causa delle condizioni di luce estreme che si incontrano lassù, le lente specchiata diventa un must come elemento di protezione. Così, pensiero dopo pensiero siamo giunti alla progettazione di una forma stile aviatore con lenti specchiate. Ad ogni modo, anche l’altro stile ALOIS ripropone lo stesso linguaggio di design, lo stesso uso delle forme e delle dimensioni, realizzato in combinazioni estreme di colori come il verde brillante con una lente specchiata verde o il marrone con la lente specchiata marrone chiaro.

 

FRANZ ha ottenuto un incredibile successo tanto da diventare l’accessorio icona di  Sex and the City 2. Fra centinaia di articoli fashion, FRANZ è l’unico pezzo che si può vedere sempre: Sarah Jessica Parker indossa FRANZ sempre anche nei manifesti del film e nel trailer. Ma come è finito FRANZ sul naso di Sarah Jessica Parker? Patricia Field, responsabile costumista del film, si è messa in contatto con voi o per voi è stata, per così dire, una piacevole sorpresa?

Xenia Deger: Abbiamo ricevuto un’email dal reparto produzione della Warner Bros, chiedendoci se fossimo interessati a fornire degli occhiali per il set. Sarah Jessica Parker indossa il nostro modello HEATHER nella sua vita privata. E ovviamente non potevamo che essere interessati! Gli inviammo le montature che SJP indossa e che porta anche nel film – le abbiamo notate anche nell’ultimo trailer. Inoltre, durante una giornata dedicata alla stampa presso la nostra agenzia PR di Parigi, Patricia Field volle FRANZ e lo richiese in tutti i colori, più un colore speciale, l’argento. Fummo davvero entusiasti e lo spedimmo. Il primo giorno di riprese, nel settembre 2009, la versione color oro fu utilizzata come complemento sin dalla prima scena girata! Bingo.

 

Philipp Haffmans: Mentre costruiva il personaggio di Carrie per “Sex and the city 2”, Patricia Fields aveva un’idea ben precisa in testa: bianco e oro. L’abito bianco doveva essere accostato ad una scarpa color oro, una collana oro e una pochette dorata di Chanel e da Mykita trovò una paio di occhiali da sole d’oro. Penso che al momento non ci fosse nessuna altra montatura simile sul mercato.



MYKITA ha delle interessanti collaborazioni nel suo portfolio: avete per esempio lavorato  anche con il designer Bent Angelo Jensen di Herr Von Eden o con Marios Schwab. C’è qualche nuovo progetto di cui volete parlarci?

  

Xenia Deger:
Vorremmo collaborare con altri designers perché apre la mente e vengono fuori nuove idee con divertenti risultati. Con Romain Kremer abbiamo giusto sviluppato una montatura che assomiglia ad un casco, è il modello YURI. E’ caratterizzato da tanti piccoli fori nell’area di visione invece che avere lenti.

Philipp Haffmans: … E quando a persone come Lady Gaga piace travestirsi con oggetti come quello sopra menzionato, è ancora più divertente.

Altre informazioni sull'argomento

Maggiori informazioni su Mykita

Articoli correlati

Avvolgenti, sottili o colorate: le lenti ZEISS fanno sempre al caso vostro!
Vedere il mondo a colori!
Visione perfetta per tutti gli amanti degli sport invernali
Gli occhiali di una persona ne riflettono il carattere
Preziosissima mini guida di stile. occhiali e fashion: una coppia imbattibile
 

Su questo sito Web utilizziamo cookie. I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati dai siti Web sul computer dell’utente. Ampiamente utilizzati, i cookie sono strumenti di ausilio per migliorare le pagine e rappresentarle in maniera ottimizzata. Consultando le nostre pagine l’utente acconsente al loro impiego. Di più

OK