Back To Top

Cerca il Centro Ottico ZEISS più vicino a te

Categoria

La storia degli occhiali

Il primo supporto visivo fu inventato circa 700 anni fa.

Perdere la propria efficienza visiva è sicuramente un limite. Oggigiorno quando la vista si deteriora e gli occhi diventano più deboli, è necessario rivolgersi al proprio Medico Oculista o all’Ottico Optometrista di fiducia per prescrivere un paio di occhiali da vista, secondo necessità. In passato non era così: solo dopo il tredicesimo secolo le persone poterono migliorare davvero la loro vista con l’assistenza dei supporti visivi.

La storia degli occhiali

TI Maya, gli Egizi, i Cinesi e i Greci furono tutte grandi culture che realizzarono incredibili opere migliaia di anni fa. Ma quando si trattò di salvaguardare la vista, anche i più grandi studiosi si trovarono  impotenti. In passato, proprio come oggi, accadeva che gli occhi delle persone si indebolissero man mano che l’età avanzava.

 

Il grande oratore romano Cicerone si lamentava di quanto fosse fastidioso per lui dover avere schiavi che leggessero ad alta voce i testi per lui. L’imperatore Nerone guardava le sue amate battaglie gladiatorie attraverso uno smeraldo. Il filosofo greco Tolomeo (intorno al 150 d.C.) conosceva  le prime leggi della refrazione della luce, ma si dovette aspettare oltre 1000 anni dopo prima che i matematici arabi e l’astronomo Alazen fossero in grado di formulare la legge di refrazione che fu essenziale per i successivi successi in campo ottico.

I monaci svilupparono i primi supporti visivi

pparono i primi supporti visivi
I monaci italiani furono i primi che crearono le prime lenti dalla forma simile all’attuale nel 13°secolo. Queste lenti funzionavano come lenti di ingrandimento. Per costruire queste lenti, i monaci usavano un tipo di quarzo chiamato beryl. Solo qualche anno più tardi – nel 1267 – il monaco francescano di Oxford Roger Bacon fornì la prova scientifica che le lettere piccole potevano essere ingrandite con lenti che erano state tagliate in un modo specifico.

Murano: il luogo di nascita degli occhiali

I laboratori vetrari di Murano a Venezia, che godono ancora oggi di fama in tutto il mondo, possono rivendicare – e a ragione quindi – di essere il luogo di nascita degli occhiali. Nel 13°secolo, erano gli unici che avevano la capacità di fabbricare l’assolutamente essenziale vetro plasmabile. Le prime caratteristiche di qualità furono definite poco tempo dopo. Questi occhiali, chiamati supporti di lettura, avevano una lente a base convessa. Il bordo era fatto di ferro, corno o legno. A quel tempo era disponibile solo un’unica tipologia. In generale, i primi occhiali furono usati esclusivamente come supporti visivi per consentire agli individui presbiti di leggere.

Gli occhiali come status symbol

Solo 200 anni più tardi furono fabbricati i primi occhiali che possono, in qualche modo, essere assimilati agli occhiali moderni: gli occhiali da mano furono sostituiti da occhiali da indossare. La montatura consisteva di un solo pezzo. Naturalmente, solo le persone ricche potevano permettersi gli occhiali fatti di ferro o bronzo.

In Spagna, forme di occhiali particolarmente grandi furono considerati uno status symbol. Anche i ponticelli in cuoio entrarono in uso per la prima volta come un modo di rendere il supporto visivo più comodo da indossare. Il problema più grande, a quel tempo, era in realtà la montatura. La montatura dell’occhiale tendeva a scivolare ripetutamente sul naso e in molti casi era talmente pesante che gli utenti trovavano questi occhiali piuttosto scomodi da indossare. I cosiddetti occhiali bordati di Norimberga comparvero sul mercato nel 18°secolo. Le persone diedero a essi il nome non bello di “spacca-naso”, ma divennero presto un successo, offrendo un livello di comodità nell’essere indossati che fino ad allora era stato considerato impossibile.

Intorno alla fine del 18°secolo, gli occhiali con una singola lente chiamati monocoli divennero molto alla moda. Il monocolo era indossato dalle signore e dai signori dell’alta società in Germania e in Inghilterra. I francesi preferivano gli occhiali “pince-nez” (pinza-naso). Anche gli occhiali con una sola lente spesso non erano solo portati sul naso,ma erano anche sostenuti dai muscoli intorno all’occhio. La versione francese aveva il vantaggio che potevano essere tolti velocemente qualora si fosse in compagnia di altri, perché i vicini abitanti della Germania occidentale si imbarazzavano ancora a essere scoperti ad indossare i loro “pinza-naso”.

Gli occhiali oggi

Non fu prima degli anni 20 del secolo scorso che gli occhiali acquistarono il loro aspetto attuale e un disegno anatomicamente perfetto. Oggi, gli occhiali possono essere creati in quasi tutte le forme e materiali e le opzioni sono illimitate. Gli occhiali si sono affermati come il più importante supporto visivo in tutto il mondo e sono diventati popolari accessori di moda per molti.

Articoli correlati

La definizione delle proprie lenti ZEISS personalizzate
Migliore visione con un nuovo paio di occhiali.
Solo i vostri occhiali possono farlo!
Le lenti per una guida più rilassata
Lo sviluppo di lenti per occhiali da guida
 

Su questo sito Web utilizziamo cookie. I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati dai siti Web sul computer dell’utente. Ampiamente utilizzati, i cookie sono strumenti di ausilio per migliorare le pagine e rappresentarle in maniera ottimizzata. Consultando le nostre pagine l’utente acconsente al loro impiego. Di più

OK