Back To Top

Cerca il Centro Ottico ZEISS più vicino a te

Categoria

Cos'è il daltonismo e cosa possono fare le persone che ne sono affette?

A causa di questo difetto genetico, 180 milioni di persone nel mondo sono daltoniche. I medici distinguono diversi gradi di severità.

Nella forma più comune, la persona non è in grado di distinguere con sicurezza il rosso e il verde. Questa viene denominata 'cecità ai colori'. Fortunatamente però una completa cecità ai colori è rara. Le persone che ne sono affette percepiscono diverse tonalità di grigio. Il disturbo è ereditario. Gli occhiali e le lenti a contatto non servono, ma di seguito forniremo delle informazioni utili.

Cos'è il daltonismo e cosa possono fare le persone che ne sono affette?

La maggior parte delle persone dà per scontata la capacità di vedere i colori vivaci. Si assicurano che i colori dei vestiti che indossano siano abbinati; se vedono una succulenta fragola rossa, hanno voglia di mangiarla; e possono godere dei colori della natura. Ma per circa 180 milioni di persone nel mondo percepire i colori costituisce un'esperienza a loro parzialmente o completamente preclusa. Queste persone hanno una deficienza visiva o cecità ai colori rosso-verde, hanno una visione dei colori molto ridotta oppure, in casi estremamente rari, non possono distinguere alcun colore. Questo è quello che viene definito daltonismo.

Le persone con una visione cromatica normale mischiano i tre colori spettrali rosso, verde e blu per creare dei colori completamente diversi. Le cellule cono, ovvero le cellule sensoriali sulla retina, ne sono responsabili. Lavorano solo durante il giorno, dal momento che di notte vediamo tutto grigio. Tuttavia, non tutte le forme di daltonismo sono uguali. Anche se molti pensano che sia lo stesso problema, il termine viene usato per definire molti difetti diversi. Gli esperti distinguono le seguenti condizioni:

Deficienza visiva ai colori

Coloro che ne sono affetti non sono in grado (o sono in grado solo parzialmente) di riconoscere determinate tonalità. Tutte le cellule sensoriali – i coni rossi, verdi e blu – sono presenti sulla retina, ma alcune di loro non funzionano correttamente; solitamente si tratta dei coni per riconoscere il verde, per cui viene usato il termine deuteranopia. Le persone con una deficienza al rosso sono affette da protanopia.

Cecità parziale ai colori

In questo tipo di daltonismo, alcune cellule sensoriali sono mancanti. Le persone che ne sono affette hanno solo due tipi di coni funzionanti. Il risultato è che la visione del colore risulta ridotta in modo significativo. Questo può essere pericoloso, soprattutto per i guidatori che sono parzialmente (o completamente) ciechi al rosso. Nella nebbia ad esempio, queste persone vedono solo nero e non vedono i fari rossi posteriori di una macchina che viaggia davanti a loro.

Cecità totale ai colori

Il disturbo chiamato acromatopsia è molto raro. Le persone che ne sono affette non sono in grado di percepire nessun colore e sono molto sensibili alla luce. È come se fossero sempre in "modalità notturna" e riescono solo a percepire le sagome nell'oscurità.

Sia il daltonismo congenito che le deficienze visive cromatiche ereditarie, sono causate da un difetto genetico. Gli uomini ne sono affetti in modo maggiore rispetto alle donne. Il difetto di visione cromatica più comune è la visione limitata blu-giallo. Succede spesso a causa di una degenerazione maculare. Le persone che non sono in grado di percepire determinati colori fin dalla nascita, o che vedono male i colori, spesso non se ne rendono conto. Riconoscono il problema solo quando l'ambiente circostante glielo fa notare.

Il daltonismo può venire diagnosticato con diversi test del colore, cosa molto importante dal momento che questi problemi possono presentarsi sia nella vita professionale che nel traffico. Il daltonismo può venire diagnosticato con i seguenti test:

Tavole pseudoisocromatiche
Questo test mostra dei numeri su uno sfondo colorato (spesso costituito da puntini). Può venire utilizzato per rilevare il daltonismo rosso-verde, ad esempio.

Test di Farnsworth con puntini colorati
In questo caso, i pazienti sono tenuti a ordinare sassi di diverse tonalità. Il test è leggermente più complesso. Può venire utilizzato per rilevare una deficienza visiva al blu.

Anomaloscopio di Nagel
In questo caso, mediante un dispositivo circolare per eseguire il test cromatico, il paziente deve mischiare e specificare le tonalità dei diversi colori. In questo modo si accerta il grado di daltonismo. La cecità al rosso, criterio di esclusione per determinate professioni (come ad esempio pittore, conducente di autobus o pilota) può venire diagnosticata al meglio con questo test.

Attualmente non è possibile correggere il daltonismo con occhiali o lenti a contatto. Con degli occhiali speciali è possibile modificare solo il contrasto dei colori, non la loro visione. Tuttavia, abbiamo un consiglio molto utile per coloro che sono completamente ciechi ai colori: per loro ci sono occhiali speciali con lenti rosse che deflettono meglio i riflessi della luce diurna, rispetto agli occhiali normali o agli occhiali da sole.

Articoli correlati

Migliore visione con un nuovo paio di occhiali.
Programma Assistenza ZEISS :
Carl Zeiss, Ernst Abbe e Otto Schott: una squadra vincente
Le lenti per una guida più rilassata
Comprendere la Visione: la ricerca di ZEISS sui processi fondamentali della visione
 

Su questo sito Web utilizziamo cookie. I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati dai siti Web sul computer dell’utente. Ampiamente utilizzati, i cookie sono strumenti di ausilio per migliorare le pagine e rappresentarle in maniera ottimizzata. Consultando le nostre pagine l’utente acconsente al loro impiego. Di più

OK