Back To Top

Successo

Automazione del processo di produzione
Miglioramento della qualità e parallelo aumento della produttività

Software

CMM

Sensore

Per saperne di più

Servizi & Supporto

Ufficio Vendite - Sede di Arese
Tel.: +39 02 93773.518

Ufficio Vendite - Filiale di Novara
Tel.: +39 0321 1645364

info .metrology .it @zeiss .com

Richiesta info
Altri paesi

Allo stabilimento Ikola soffia il vento del cambiamento

Il produttore di ingranaggi per turbine eoliche si affida alla tecnologia di misurazione Carl Zeiss

Il settore dell’energia eolica ha un notevole potenziale di crescita. Moventas, uno dei maggiori fabbricanti di turbine eoliche, è pronta a trarre pieno vantaggio dalla situazione, anche grazie agli investimenti nella tecnologia per la misurazione Carl Zeiss.

La situazione

Molti anni fa, Moventas ha progettato un nuovo stabilimento destinato a produrre ogni anno migliaia di ruote planetarie. Prima queste componenti venivano fabbricate manualmente e singolarmente in piccoli lotti. Per intraprendere il grande passo successivo - l’implementazione di una procedura in serie - erano necessari grandi cambiamenti. Serviva un nuovo sistema di gestione della qualità che associasse tutti gli utensili e tutti i processi. Taisto Kymäläinen, responsabile della qualità, e il suo team sono stati incaricati di realizzare un’analisi approfondita dei processi interni, mettendo in discussione tutte le procedure esistenti. Tale analisi comportava inoltre un confronto prezzo/prestazioni di tutte le macchine e soluzioni di misurazione offerte dal mercato. “Quando ho visto la macchina di misura a coordinate CenterMax alla fiera Control 2006, ho subito capito che era la soluzione giusta per lo stabilimento di Ikola”, racconta Taisto Kymäläinen. Con questa idea, si è affidato a Carl Zeiss come partner per la fornitura di soluzioni. A posteriori si può ben dire che lo stabilimento di Ikola aperto di recente è andato ben oltre la produzione di ruote planetarie prevista.

Il processo completo

La qualità degli ingranaggi delle ruote planetarie è essenziale per garantire l’efficienza energetica e la durata delle turbine eoliche. Prima di tutto la materia prima - grandi blocchi di acciaio - viene temprata, per poi essere trasportata per la lavorazione preliminare con veicoli automatici. Durante la lavorazione preliminare, a ogni componente viene assegnato un codice data matrix. In seguito al trattamento preliminare, le ruote dentate vengono trasferite all’area di tempra, dove la temperatura è sempre calda e gradevole, anche d’inverno. Questa operazione conferisce alle ruote dentate uno strato esterno durissimo.

Segue la rettifica delle ruote dentate temprate. Durante il rodaggio del processo di rettifica, i primi pezzi vengono misurati con una CenterMax alimentata manualmente direttamente in produzione. La produzione quantitativa può iniziare una volta garantita la qualità e preparata la procedura. Durante la produzione in serie, dopo la rettifica un robot gantry (naturalmente automatico) trasporta i pezzi al controllo qualità successivo, dove li aspetta un’altra CenterMax. Successivamente il robot gantry trasferisce le ruote dentate alle varie postazioni di lavorazione, in cui vengono pulite e le loro superfici temprate vengono analizzate con il metodo del rumore di Barkhausen. È di nuovo il turno del controllo qualità – e di CenterMax.

Automazione con CenterMax

A questo punto la pesante ruota dentata viene collocata in uno speciale dispositivo di fissaggio sulla CenterMax. La misurazione inizia in automatico. I risultati della misurazione vengono trasmessi a un database attraverso la comunicazione con la cella. Ogni pezzo analizzato dalla CenterMax viene inviato a dei magazzini automatizzati più grandi, dove rimane in attesa di essere integrato nella scatola a ingranaggi. In generale si può dire che il sistema sia un esempio perfetto di sistema automatizzato standardizzato. Considerando l’aumento della domanda previsto, quest’area si prepara al passaggio al sistema master-slave. La valutazione delle ruote dentate con GEAR PRO è un fattore fondamentale per il miglioramento della qualità, e garantisce la stabilità della produzione. Inoltre è possibile acquisire dati statistici, per semplificare l’elaborazione futura. Con il passaggio alla produzione di massa e i provvedimenti adottati, Moventas ha tutte le carte in regola per affrontare le sfide del futuro.

L’azienda

I primi organi di trasmissione sono stati prodotti una settantina di anni fa a Jyvaskyla (Finlandia). All’epoca l’energia eolica era ancora considerata quasi fantascienza. Allora Moventas produceva ingranaggi per l’industria della carta. All’inizio degli anni ’80, l’azienda ha cominciato a costruire scatole a ingranaggi per turbine eoliche di piccole dimensioni. Moventas è nata nel 2000, dalla fusione di Valmet, Santasalo e Parkano Gears. Attualmente Moventas opera su scala mondiale e ha circa 1300 collaboratori, di cui 700 a Jyvaskyla.

 

Su questo sito Web utilizziamo cookie. I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati dai siti Web sul computer dell’utente. Ampiamente utilizzati, i cookie sono strumenti di ausilio per migliorare le pagine e rappresentarle in maniera ottimizzata. Consultando le nostre pagine l’utente acconsente al loro impiego. Di più

OK