Sapevate che ...

... uno dei luoghi più puliti della Germania si trova ad Oberkochen?

Tipico: avete appena finito di fare le pulizie e già trovate di nuovo polvere sul pavimento. È solo la vostra immaginazione? No, purtroppo è la realtà. Non è possibile infatti pulire tanto a fondo un ambiente da eliminare tutte le tracce di polvere e sporcizia. Una pulizia approfondita ma imperfetta è sufficiente nella quotidianità, ma per molte applicazioni in campo medico e scientifico non è tollerabile. Sono stati quindi probabilmente i medici i primi ad aver sviluppato l’idea di un ambiente sterile sotto forma di una sala operatoria.

I laboratori sterili, chiamati anche “camere bianche”, sono ormai comunemente utilizzati in molti altri settori: ottica e tecnologia laser, ingegneria aerospaziale, scienze biologiche, produzione alimentare e farmaceutica e nanotecnologia. Le camere bianche sono fondamentali anche per la realizzazione di semiconduttori perché la più piccola particella di impurità può compromettere la struttura dei circuiti integrati. Si parla di frazioni di micrometri. Per questo motivo ZEISS ha allestito presso la sua sede di Oberkochen, nel Land del Baden-Württemberg, diverse camere bianche per la realizzazione di dispositivi di fabbricazione di semiconduttori come dispositivi di litografia ottica, con l’obiettivo di garantire il funzionamento dei microchip realizzati in questi laboratori.

Ma non vogliamo allarmare tutte le casalinghe e i casalinghi: infatti, neanche le camere bianche sono pulite al 100%. Ad esempio, in una camera bianca di classe 100 sono presenti ancora 3.500 particelle di impurità per metro cubo di aria, contro i 100 milioni contenuti in un metro cubo di aria in un ambiente normale. La principale fonte di impurità è l’uomo, ad esempio a causa delle minuscole squame epiteliali che si distaccano durante il movimento o delle particelle emesse insieme all’aria espirata. Per contrastare le impurità gli operatori che lavorano in camera bianca devono indossare tute, copristivali, cappucci, guanti e mascherine, inoltre sono previsti speciali filtri e dispositivi di aspirazione.

Su questo sito Web utilizziamo cookie. I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati dai siti Web sul computer dell’utente. Ampiamente utilizzati, i cookie sono strumenti di ausilio per migliorare le pagine e rappresentarle in maniera ottimizzata. Consultando le nostre pagine l’utente acconsente al loro impiego. Di più