Lo sapevate che ...

... quando leggete sullo smartphone sottoponete il vostro collo a un forte stress?

Quando leggiamo sullo smartphone, incliniamo la testa di circa 60 gradi, caricando le vertebre cervicali superiori del peso medio di un bambino di otto anni. Stiamo parlando di 27 chilogrammi che la nostra cervicale deve sopportare mantenendo questa postura, che sta diventando sempre più “normale” in seguito all’ampia diffusione di dispositivi mobili nel mondo. Con il passare del tempo, possono derivarne forti tensioni a carico del collo e disturbi muscolo-scheletrici oltre a cefalee o emicranie. Spesso però non si riconosce la reale causa di queste condizioni fisiche.

In Italia, guardiamo mediamente lo smartphone circa 80 volte al giorno. Poi, a seconda delle abitudini e del gruppo di età, la frequenza può essere anche molto superiore. L’età influenza anche l’angolo d’inclinazione della testa. Le persone meno giovani infatti si inclinano ancora di più, poiché gli occhi accomodano sempre peggio al variare della distanza di visione.

Questo fenomeno ed i suoi effetti sulla salute sono stati uno dei temi trattati durante il primo convegno interdisciplinare “Interbild” a Jena. Una delle conclusioni: con il suo stile di vita, “l’homo digitalis” paga un prezzo davvero alto in termini di salute: dolori muscolari, Computer Vision Syndrome (CVS) o Nearwork-Induced Transient Myopia (NITM) sono solo alcuni dei problemi incontrati. L’acronimo NITM indica una miopia temporanea causata da un intenso lavoro da vicino. Secondo diversi studi presentati durante il convegno, “occhiali da ufficio” o “lenti digitali per occhiali” possono diminuire tali effetti negativi.

ZEISS è stata la prima azienda ad offrire lenti per occhiali sviluppate specificamente per il nuovo tipo visione nel mondo digitale e ha quindi definito questa categoria completamente nuova. Le ZEISS Digital Lenses migliorano l’accomodazione degli occhi nella messa a fuoco a diverse distanze. Ne derivano una postura migliore, gli occhi si rilassano e si contrasta il loro rapido affaticamento.

Su questo sito Web utilizziamo cookie. I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati dai siti Web sul computer dell’utente. Ampiamente utilizzati, i cookie sono strumenti di ausilio per migliorare le pagine e rappresentarle in maniera ottimizzata. Consultando le nostre pagine l’utente acconsente al loro impiego. Di più